Solfosali di Buca della Vena

aiuti (e non solo) nell'identificazione dei minerali
Rispondi
ZIVERI
Messaggi: 298
Iscritto il: gio 18 gen, 2007 21:58
Località: PISTOIA

Solfosali di Buca della Vena

Messaggio da ZIVERI » lun 22 ott, 2007 23:10

Chi mi può aiutare? La cristallizzazione a lisca di pesce è da attribuire alla pillaite o alla rouxelite. Grazie in anticipo.
Attilio
ATTILIO ZIVERI

Avatar utente
Alessandro
Messaggi: 3246
Iscritto il: sab 10 giu, 2006 17:48
Località: Firenze
Contatta:

Messaggio da Alessandro » lun 22 ott, 2007 23:41

Come risposta semplicistica dico rouxelite, la pillaite in genere sono aghetti finissimi.
Comunque sono minerali che andrebbero supportati da analisi.
Alessandro Socci

GAMPS
Gruppo Avis Mineralogia Paleontologia Scandicci

venderò la mia rabbia a tutta quella brava gente che vorrebbe vedermi in gabbia e forse allora mi troverebbe divertente

Avatar utente
Marco Barsanti
Messaggi: 729
Iscritto il: lun 05 lug, 2004 9:57
Località: Toscana, Borgo a Mozzano (LU)

Messaggio da Marco Barsanti » mar 23 ott, 2007 7:16

Ciao,

da come la descrivi io escluderei la rouxelite. Potrebbe invece essere pellouxite, ma, come giustamente anticipato da Alessandro, senza analisi, e senza sapere il punto esatto da dove è stato preso, non ci sono assolute certezze. Vedi ad esempio:

http://www.mindat.org/min-25602.html

http://www.mindat.org/min-10318.html

http://www.mindat.org/min-26393.html
Per vivere bene, le cose da non chiedersi mai sono due: come vengono fatte le salsicce e come vengono fatte le leggi (proverbio inglese)

Avatar utente
Cristian Biagioni
Messaggi: 177
Iscritto il: mer 08 set, 2004 21:00
Località: borgo a mozzano (LU)

Messaggio da Cristian Biagioni » mar 23 ott, 2007 16:49

Cristian

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 28417
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Messaggio da Marco E. Ciriotti » mar 23 ott, 2007 23:37

Spostato in questo topic per competenza

""Grazie Domenico per il consiglio e a Marco, Cristian e Alessandro. Un grazie per la loro disponibilità. Immaginavo che solo l'analisi chimica fosse in grado di determinare la specie e voi me ne avete dato la conferma.
Attilio""
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 28417
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Messaggio da Marco E. Ciriotti » mar 23 ott, 2007 23:38

Spostato in questo topic per competenza.

""Comunque Attilio la conformazione a lisca di pesce per la pellouxite di Buca della Vena è già un buon indizio, magari basta che segnali che non è supportata da relativa analisi.
_________________
Alessandro Socci""
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10939
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Messaggio da Luciano Vaccari » lun 19 nov, 2007 9:48

Forse mi potete aiutare.
Insieme alla wurtzite secondo voi c'è la tetraedrite o la colusite?
La lettura del libriccino sui minerali del marmo di Carrara riporta questo tipo di cristallizzazione come tipico della colusite.
Sono davvero confuso... non so come classificare bene la cosa.
Allegati
tc2.jpg
Colusite o tetraedrite?
tc1.jpg
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
Cristian Biagioni
Messaggi: 177
Iscritto il: mer 08 set, 2004 21:00
Località: borgo a mozzano (LU)

Messaggio da Cristian Biagioni » lun 19 nov, 2007 17:30

Ciao Luciano,
per quello che ne so (e che ho letto), se il campione viene da una delle cave di Carrara (e non da altri bacini minori) potrebbe anche essere colusite.
La colusite compare infatti tipicamente in individui con abito tetraedrico, a volte con facce di triacistetraedro; la tetraedrite è invece spesso molto in cristalli molto ricchi di facce (anche se non mancano i semplici cristalli tetraedrici, che comunque sono piuttosto rari).
Altra nota distintiva (e forse più importante) è il colore: nero per la tetraedrite, bronzeo scuro per la colusite.
Infine è tipico della colusite quello di trovarsi in associazione a sfalerite e wurtzite, spesso in relazioni di epitassia.
Temo però di non avere aggiunto assolutamente niente a ciò che già sapevi dalle tue letture.
Cristian

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10939
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Messaggio da Luciano Vaccari » lun 19 nov, 2007 17:42

Non è vero Cris... stando al discorso del colore (la foto rende male) direi si tratti di colusite.

Mille thanks...
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
Cristian Biagioni
Messaggi: 177
Iscritto il: mer 08 set, 2004 21:00
Località: borgo a mozzano (LU)

Messaggio da Cristian Biagioni » lun 19 nov, 2007 17:57

Ho letto su altro topic che avevi anche dei dubbi riguardanti l'abito. Qui ti allego un disegno di un cristallo di colusite con combinazione del tetraedro {111} e del triacistetraedro {211}, che sembra simile a quello della tua foto.

Ciao.
Allegati
colusite.JPG
Colusite, cristallo idealizzato con le forme {111} (tetraedro) e {211} (triacistetraedro).
Cristian

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10939
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Messaggio da Luciano Vaccari » mar 20 nov, 2007 10:09

Grazie davvero Cristian, sapevo di poter contare sul vostro aiuto... :)
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti