Le zeoliti: minerali, località, documentazione

dove e cosa cercare e come collezionare minerali
Rispondi
franco
Messaggi: 3514
Iscritto il: gio 24 feb, 2005 19:22
Località: Fano (PU)

Re: Le zeoliti: minerali, località, documentazione

Messaggio da franco » mar 03 gen, 2023 12:32

Mimetic twin {001}: vedi Phillipsite no.1 - Goldschmidt (1913-1926)

Ferdinando Giovine
Messaggi: 547
Iscritto il: sab 27 apr, 2013 13:32

Re: Le zeoliti: minerali, località, documentazione

Messaggio da Ferdinando Giovine » mar 03 gen, 2023 15:57

Ni dispiace non è il tuo caso, è solo un aggregato di cristalli

franco
Messaggi: 3514
Iscritto il: gio 24 feb, 2005 19:22
Località: Fano (PU)

Re: Le zeoliti: minerali, località, documentazione

Messaggio da franco » mar 03 gen, 2023 16:47

E i singoli cristalli non sono geminati?

Ferdinando Giovine
Messaggi: 547
Iscritto il: sab 27 apr, 2013 13:32

Re: Le zeoliti: minerali, località, documentazione

Messaggio da Ferdinando Giovine » mer 04 gen, 2023 9:18

No, sono normalissimi cristalli monoclini.
Poi mimetico è un'espressione che ha un significato preciso che ha come sinonimo "simula", ovvero, in alcuni casi, nei monoclini spesso, ma non sempre, il geminato simula una simmetria superiore, normalmente per i cristalli monoclini la simmetria ortorombica. Quei cristalli ti ricordano una stilbite? No. Allora non sono geminati mimetici.
Comunque se vuoi toglierti la curiosità, stacchi dal campione un cristallo significativo, lo porti all'Università e lo fai misurare.

Avatar utente
Michiel
Messaggi: 732
Iscritto il: lun 25 feb, 2008 13:41
Località: Monaco di Baviera

Re: Le zeoliti: minerali, località, documentazione

Messaggio da Michiel » mer 04 gen, 2023 12:47

Ferdinando Giovine ha scritto:
mer 04 gen, 2023 9:18
No, sono normalissimi cristalli monoclini.
Poi mimetico è un'espressione che ha un significato preciso che ha come sinonimo "simula", ovvero, in alcuni casi, nei monoclini spesso, ma non sempre, il geminato simula una simmetria superiore, normalmente per i cristalli monoclini la simmetria ortorombica. Quei cristalli ti ricordano una stilbite? No. Allora non sono geminati mimetici.
Comunque se vuoi toglierti la curiosità, stacchi dal campione un cristallo significativo, lo porti all'Università e lo fai misurare.
Però i cristalli della foto sono molto simili al disegno del Goldschmidt citato da Franco, qui ripreso da Mindat con la didascalia "mimetic twin":

https://www.mindat.org/min-3192.html

Dov'è l'errore?
Michiel Desittere

Benedetti siano gli istanti
e i millimetri
e le ombre delle piccole cose.
(Fernando Pessoa)

Ferdinando Giovine
Messaggi: 547
Iscritto il: sab 27 apr, 2013 13:32

Re: Le zeoliti: minerali, località, documentazione

Messaggio da Ferdinando Giovine » ven 06 gen, 2023 9:13

Tra simile e uguale c'è differenza.
E' difficile spiegare se non vedi una volta un vero geminato mimetico di phillipsite. Una volta visto non lo confondi più.
Gianfranco ne postò uno tempo fa, ma non mi ricordo la località

Avatar utente
Michiel
Messaggi: 732
Iscritto il: lun 25 feb, 2008 13:41
Località: Monaco di Baviera

Re: Le zeoliti: minerali, località, documentazione

Messaggio da Michiel » ven 06 gen, 2023 21:57

Ferdinando Giovine ha scritto:
ven 06 gen, 2023 9:13
Tra simile e uguale c'è differenza.
E' difficile spiegare se non vedi una volta un vero geminato mimetico di phillipsite. Una volta visto non lo confondi più.
Gianfranco ne postò uno tempo fa, ma non mi ricordo la località
Eh no, questo è un blog scientifico e le affermazioni vanno dimostrate.
Se affermi che c'è una differenza tra i cristalli della foto di Gianfranco e un geminato mimetico, ma non spieghi qual è questa differenza, chi ti legge rimane scettico e ne sappiamo tutti quanto prima.
Michiel Desittere

Benedetti siano gli istanti
e i millimetri
e le ombre delle piccole cose.
(Fernando Pessoa)

Avatar utente
agi
Messaggi: 1109
Iscritto il: mar 22 gen, 2013 13:46
Località: MI SV CE a giorni alterni :-)
Contatta:

Re: Le zeoliti: minerali, località, documentazione

Messaggio da agi » ven 06 gen, 2023 22:10

Ho trovato questo viewtopic.php?f=4&t=10669&p=223292&hili ... te#p223292
c'entra qualcosa con il discorso?
No, non mi pare :(
Se nessuno è in grado di identificare un problema il problema non esiste
Socio AMI N° 529

Ferdinando Giovine
Messaggi: 547
Iscritto il: sab 27 apr, 2013 13:32

Re: Le zeoliti: minerali, località, documentazione

Messaggio da Ferdinando Giovine » sab 07 gen, 2023 9:18

Grazie Agi, ma dalla foto non si riesce a capire. Per riconoscerlo lo devi guardare dall'alto, bisogna che l'asse Z punti verso l'obbiettivo e si vedrà una ripetizione di facce impossibile in un cristallo monoclino non geminato.
Michiel guarda che sei tu che dici che sono simili e non spieghi il perchè lo sono. A me basta e avanza il disegno per dire che sono differenti. Poi se tu riesci a estrapolare i cristalli ponendoli in un sistema di assi cartesiani e mi dimostri che seno sovrapponibili al disegno me ne farò una ragione.

franco
Messaggi: 3514
Iscritto il: gio 24 feb, 2005 19:22
Località: Fano (PU)

Re: Le zeoliti: minerali, località, documentazione

Messaggio da franco » sab 07 gen, 2023 13:39

Ferdinando, secondo me scivoli nell’intellettualismo (cioè: bla, bla) che non porta da nessuna parte. Per me le cose stanno così:
- La phillipsite è monoclina. Eppure quasi sempre si presenta con la terminazione a tetto, apparendo così come se fosse rombica. Giusto? Perché questo avviene? Perché essa è quasi sempre geminata, come nel disegno del Goldsmith. Non farti ingannare dal fatto che quei cristalli tra di loro non appaiono come spesso avviene come geminazioni multiple. Perché è vero. nella foto incriminata è associazione parallela di cristalli che terminando a tetto sono per se stessi geminati.
- Rarissima occasione è data da questa foto PDT e dalle discussioni fatte, visibili se si clicca sulla "V" rovesciata e si va nella parte più bassa, scorrendola, della "Discussion": https://www.mindat.org/photo-1071058.html. Altro contributo come foto con la sola mia descrizione: https://www.mindat.org/photo-1151570.html. Ricordo che Herwig Pelckmans è un esperto cristallografo.
- Poi, se vi va, di vedere i varissimi modi con cui la "phillipsite" si presenta, guardate qui: https://www.mindat.org/gallery-5148.htm ... ter+Search.

Ferdinando Giovine
Messaggi: 547
Iscritto il: sab 27 apr, 2013 13:32

Re: Le zeoliti: minerali, località, documentazione

Messaggio da Ferdinando Giovine » dom 08 gen, 2023 9:00

Mi dispiace ma non è come dici. Ti allego un disegno da Atlas di un cristallo di gesso, tipico minerale monoclino. Come vedi quella che tu chiami struttura a tetto è presente anche nel monoclino. Nel disegno in oggetto è parallelo all'asse Z. Quindi tutto il tuo discorso (bla bla) cade.
Per avere un geminato mimetico il "tetto" DEVE avere non 2 facce ma 4 come chiaramente si vede in Atlas per la phillpsite. Queste 4 facce a seconda del piano di contatto possono essere uguali a 2 a 2 o tutte e 4 uguali. In assenza di questa condizione non è un geminato mimetico pseudo ortorombico.
Quello che presenti nella foto può tranquillamente essere un cristallo monoclino allungato sull'asse X con Z in orizzontale e quindi la discussione a cui fai riferimento è mera speculazione sul nulla.
Allegati
gesso.JPG

Avatar utente
Michiel
Messaggi: 732
Iscritto il: lun 25 feb, 2008 13:41
Località: Monaco di Baviera

Re: Le zeoliti: minerali, località, documentazione

Messaggio da Michiel » dom 08 gen, 2023 15:22

È interessante osservare come, per determinare i dati cristallografici del sottogruppo della phillipsite, si abbia dovuto sezionare un geminato per ottenere un cristallo singolo:

http://scripts.iucr.org/cgi-bin/paper?a11293

La stessa pubblicazione ricorda come in passato phillipsite e armotomo erano ritenute erroneamente ortorombiche perché erano stati studiati dei geminati.
Michiel Desittere

Benedetti siano gli istanti
e i millimetri
e le ombre delle piccole cose.
(Fernando Pessoa)

Ferdinando Giovine
Messaggi: 547
Iscritto il: sab 27 apr, 2013 13:32

Re: Le zeoliti: minerali, località, documentazione

Messaggio da Ferdinando Giovine » dom 08 gen, 2023 17:44

Michiel stai parlando di lavori dei primi anni 60! Hai idea i progressi della scienza negli ultimi 50/60 anni? Ci sono persino minerali descritti approfonditamente su riviste prestigiose in quegli anni che oggi non sono ritenuti più validi perchè si è scoperto che sono miscele.

Avatar utente
Michiel
Messaggi: 732
Iscritto il: lun 25 feb, 2008 13:41
Località: Monaco di Baviera

Re: Le zeoliti: minerali, località, documentazione

Messaggio da Michiel » dom 08 gen, 2023 18:07

Puoi citare uno studio più recente che smentisca?
Michiel Desittere

Benedetti siano gli istanti
e i millimetri
e le ombre delle piccole cose.
(Fernando Pessoa)

franco
Messaggi: 3514
Iscritto il: gio 24 feb, 2005 19:22
Località: Fano (PU)

Re: Le zeoliti: minerali, località, documentazione

Messaggio da franco » lun 23 gen, 2023 17:05

Dalla cava Gaulsberg, Ortenberg, Wetteraukreis, Darmstadt, Hesse, Germany, insoliti aggregati di cristalli bianchi di thomsonite-Ca. In basso, a sinistra, geminati a forma di croce con angoli rientranti profondi di phillipsite-K. In basso a destra, piccole sfere brune di smectite group. larghezza dell'aggregato 2,4 mm. https://www.mindat.org/photo-1271048.html. Stesso gruppo, da altra prospettiva: https://www.mindat.org/photo-1271050.html.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti