Le zeoliti: minerali, località, documentazione

dove e cosa cercare e come collezionare minerali
Rispondi
franco
Messaggi: 2926
Iscritto il: gio 24 feb, 2005 19:22
Località: Fano (PU)

Re: Le zeoliti: minerali, località, documentazione

Messaggio da franco » ven 28 ago, 2020 14:07

Sì, mi pare proprio che venga da Bosa. Ma Monteleone che ci azzecca?

Avatar utente
Michiel
Messaggi: 601
Iscritto il: lun 25 feb, 2008 13:41
Località: Monaco di Baviera

Re: Le zeoliti: minerali, località, documentazione

Messaggio da Michiel » ven 28 ago, 2020 15:27

Mah, c'è una strada provinciale che collega Monteleone e Bosa. Bisognerebbe chiederlo a chi mi diede il micro, anche se ormai sono passati più di trent'anni...
Michiel Desittere

Benedetti siano gli istanti
e i millimetri
e le ombre delle piccole cose.
(Fernando Pessoa)

Ferdinando Giovine
Messaggi: 365
Iscritto il: sab 27 apr, 2013 13:32

Re: Le zeoliti: minerali, località, documentazione

Messaggio da Ferdinando Giovine » ven 28 ago, 2020 21:13

franco ha scritto:
gio 27 ago, 2020 9:39
Un quesito. La foto che ho allegato illustra una stellerite, con cristalli di analcime e anche cristalli di heulandite. Il campione mi è stato dato come proveniente da Villanova Monteleone, provincia di Sassari, Sardegna. https://www.mindat.org/loc-30312.html. Ma le foto di stellerite mi sembrano assai diverse e poi manca l'analcime.
Mi sa che è sbagliata la località. Potrebbe venire da ....? E anche la stellerite, che potrebbe essere meglio classificata come "stilbite"... Che ne pensate?
2020-06-13-12-38-33-(B,Radius40,Smoothing5)web-copia.jpg
Un sistema per distinguere in alcuni esemplari l'una dall'altra è vedere se i cristalli sono geminati. E' infatti la geminazione che fa somigliare la stilbite alla stellerite. Se la stilbite non è geminata i due cristalli sono abbastanza differenti. In questo caso direi, con pochi dubbi, che si tratta di stilbite. In più qui si vede la faccia perlacea da sfaldatura che non si vede mai nella stellerite. Posso garantire che è un sistema che risolve il 90% dei casi. Quando c'è il dubbio che il cristallo sia geminato resta solo l'analisi.

franco
Messaggi: 2926
Iscritto il: gio 24 feb, 2005 19:22
Località: Fano (PU)

Re: Le zeoliti: minerali, località, documentazione

Messaggio da franco » dom 30 ago, 2020 10:02

Ecco un altro esempio proveniente dallo stesso campione della foto precedente: un cristallo di stilbite subgroup, tabulare, allungato, trasparente, lungo 3,5 mm, che ingloba nella parte terminale del cristallo minute fibre bianche (mordenite?). La paragenesi è costituita da piccoli cristalli trapezoedrici di analcime incolore e da cristalli tabulari ed anche spessi di 'heulandite'. https://www.mindat.org/photo-1073337.html

Ferdinando Giovine
Messaggi: 365
Iscritto il: sab 27 apr, 2013 13:32

Re: Le zeoliti: minerali, località, documentazione

Messaggio da Ferdinando Giovine » dom 30 ago, 2020 19:44

franco ha scritto:
dom 30 ago, 2020 10:02
Ecco un altro esempio proveniente dallo stesso campione della foto precedente: un cristallo di stilbite subgroup, tabulare, allungato, trasparente, lungo 3,5 mm, che ingloba nella parte terminale del cristallo minute fibre bianche (mordenite?). La paragenesi è costituita da piccoli cristalli trapezoedrici di analcime incolore e da cristalli tabulari ed anche spessi di 'heulandite'. https://www.mindat.org/photo-1073337.html
anche questo, malgrado la geminazione direi stilbite

franco
Messaggi: 2926
Iscritto il: gio 24 feb, 2005 19:22
Località: Fano (PU)

Re: Le zeoliti: minerali, località, documentazione

Messaggio da franco » mar 29 set, 2020 14:08

Dalla cava di Alter Stein, Allendorf, Greifenstein, Lahn-Dill, Giessen Region, Hesse, Germany, Due cristalli di "chabazite" geminati, con, a destra, piccole sfere bruno chiaro di saponite. https://www.mindat.org/photo-1096862.html. Dallo stesso campione, un altro geminato per compenetrazione di cristalli di "chabazite", con striature circolari. Tutt'intorno, piccole sfere bruno chiaro di saponite. https://www.mindat.org/photo-1096863.html

franco
Messaggi: 2926
Iscritto il: gio 24 feb, 2005 19:22
Località: Fano (PU)

Re: Le zeoliti: minerali, località, documentazione

Messaggio da franco » sab 31 ott, 2020 12:50

Dalle famose cave di Aris, Namibia, cristalli corto prismatici, trasparenti, incolori (il colore verde chiaro è dovuto alla matrice) di natrolite, con piccoli cristalli di colore verde scuro di aegirine e cristalli tabulari verde chiaro di microline. https://www.mindat.org/photo-1101691.html. Stesso cristallo, visto da un'altra prospettiva che mostra meglio il prisma assai corto, https://www.mindat.org/photo-1101692.html. Infine un altro esempio di questi cristalli di natrolite, dallo stesso campione. https://www.mindat.org/photo-1101693.html

franco
Messaggi: 2926
Iscritto il: gio 24 feb, 2005 19:22
Località: Fano (PU)

Re: Le zeoliti: minerali, località, documentazione

Messaggio da franco » gio 12 nov, 2020 12:00

In una cavità bruno scuro di smectite ricca di ferro, cristalli tabulari, sottili, geminati, bianchi, di lévyne-Ca. Proviene dalla famosa località di Beech Creek Quarry, Mount Vernon, Grant Co., Oregon, USA. Il cristallo più in basso è largo 3,5 mm: https://www.mindat.org/photo-1103789.html. In quest'altra foto il cristallo di destra, in basso è un pelo più grande, 3,8 mm: https://www.mindat.org/photo-1103790.html. Su questi cristalli è cresciuta in modo epitattico della offretite minutamente fibrosa. Così riferì Rudy Tschernich, nel suo famoso libro. Altri, invece, la riferirono ad erionite, come Volker Betz.

franco
Messaggi: 2926
Iscritto il: gio 24 feb, 2005 19:22
Località: Fano (PU)

Re: Le zeoliti: minerali, località, documentazione

Messaggio da franco » dom 22 nov, 2020 13:47

Dalla classica località di Fittà, una sfera composta da cristalli di colore arancio di "chabazite", con abito facolitico, a sua volta cresciuta su cristalli più piccoli, di color beige, sempre di" chabazite", con abito facolitico, di prima generazione. La sfera ha il diametro di tre mm. https://www.mindat.org/photo-1105601.html
Ultima modifica di franco il dom 22 nov, 2020 20:50, modificato 2 volte in totale.

Avatar utente
Massimo Russo
Messaggi: 7483
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli
Contatta:

Re: Le zeoliti: minerali, località, documentazione

Messaggio da Massimo Russo » dom 22 nov, 2020 14:22

Chabazite-Ca? Poi Franco la phacolite non è una varietà, ma un tipo di geminazione denoninata habitus phacolitico .

Ciao
Massimo
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)

franco
Messaggi: 2926
Iscritto il: gio 24 feb, 2005 19:22
Località: Fano (PU)

Re: Le zeoliti: minerali, località, documentazione

Messaggio da franco » dom 22 nov, 2020 16:03

Non l’ho fatta analizzare. Quindi ho preferito omettere il -Ca. Poi, ho utilizzato la denominazione che usa Mindat.

Ferdinando Giovine
Messaggi: 365
Iscritto il: sab 27 apr, 2013 13:32

Re: Le zeoliti: minerali, località, documentazione

Messaggio da Ferdinando Giovine » dom 22 nov, 2020 17:40

Massimo Russo ha scritto:
dom 22 nov, 2020 14:22
Chabazite-Ca? Poi Franco la phacolite non è una varietà, ma un tipo di geminazione denoninata habitus phacolitico .

Ciao
Massimo
Non è colpa di Franco, si stanno adattando tutti a quel che propone Mindat che dice che è una varietà. Andrebbe detto ai proprietari del sito di non diffondere errori

franco
Messaggi: 2926
Iscritto il: gio 24 feb, 2005 19:22
Località: Fano (PU)

Re: Le zeoliti: minerali, località, documentazione

Messaggio da franco » dom 22 nov, 2020 20:13

Io so di non possedere un linguaggio appropriato perché non ho fatto studi di geologia e cerco di imparare ascoltando. Certo, se poi le informazioni divergono, io non posso fare altro che allargare le braccia. Avendo il messaggio iniziale fatto su Mindat, ho seguito le loro indicazioni. Però alla fine di ogni foto postata, c'è una sezione intitolata "Discuss this photo". Ecco, voi che ve ne intendete di più, scrivete le vostre opinioni lì. Serve per provare a cercare un linguaggio più univoco. Grazie di tutto.

Avatar utente
Corrado
Messaggi: 401
Iscritto il: dom 31 lug, 2005 18:32
Località: Millesimo SV

Re: Le zeoliti: minerali, località, documentazione

Messaggio da Corrado » dom 22 nov, 2020 20:39

In realtà in questo caso nessuno ha colpe e non c’è alcuna diffusione di errori.
Il concetto di varietà mineralogica non ha alcun rigore scientifico e in esso ricadono tutte quelle fasi che pur avendo un “qualcosa di inconsueto” sono, per chimica e struttura, riconducibili a specie già note e approvate. Di solito i nomi varietali risalgono ai tempi passati e non ha alcuna importanza e non c’è alcuna differenziazione per il fatto che siano stati impiegati, per esempio, per un arricchimento di un elemento estraneo non essenziale, tipo la “greenovite” (titanite manganesifera) piuttosto che per l’abito inconsueto, tipo la “calcotrichite” (cuprite fortemente deformata lungo un asse), caso in cui rientra anche l’habitus phacolitico della nostra “cabasite” o, ancora più semplicemente, per una differenza di colore come per il quarzo “ametista”.
Sempre secondo le regole, la “cabasite” di Franco, in mancanza di una classificazione certa andava virgolettata a indicare il “senso lato”.
Corrado

Se pensi che l'avventura sia pericolosa, prova la routine: è letale. (Paulo Coelho)

Ferdinando Giovine
Messaggi: 365
Iscritto il: sab 27 apr, 2013 13:32

Re: Le zeoliti: minerali, località, documentazione

Messaggio da Ferdinando Giovine » dom 22 nov, 2020 20:53

Non ti preoccupare. La phacolite fu descritta come minerale su esemplari della regione di Usti nella repubblica Ceca, poi si scoprì che era un trigeminato di romboedri di chabazite ed il nome come minerale venne screditato, ma data la forma caratteristica il nome rimase in uso per distinguere questo geminato. Sorte simile toccò all'hershelite (loc tipo Aci Trezza/Aci Castello) che si presenta in perfetti esagoni, ma in questo caso l'hershelite screditata è sinonimo del geminato della chabazite-Na.
Se ti può consolare in molti wiki sul web la phacolite viene descritta come una varietà incolore della chabazite senza dire nulla della caratteristica forma e geminazione
Nessuno sa tutto. Ognuno di noi impara tutti i giorni qualcosa
Complimenti per le foto che fai

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti