"Minerali pegmatitici" in Calabria

dove e cosa cercare e come collezionare minerali
angela
Messaggi: 1
Iscritto il: sab 06 mag, 2006 17:44

"Minerali pegmatitici" in Calabria

Messaggio da angela » lun 08 mag, 2006 12:10

Cari AMIci ho bisogno di un aiuto: vorrei avere delle notizie circa l'eventuale presenza di filoni pegmatitici, con individui di considerevoli dimensioni, in Calabria.
Baci a presto. Angy : :wink:

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 28222
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Messaggio da Marco E. Ciriotti » lun 08 mag, 2006 12:37

Ciao Angela e benvenuta.
Faccio qualche ricerca mirata e poi mi rifaccio vivo. Così d'acchitto di roba grande non mi risultererebbe nulla, ma per essere certi devo fare ulteriori accertamenti.
A presto.
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
Massimo Russo
Messaggi: 7555
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli
Contatta:

Messaggio da Massimo Russo » lun 08 mag, 2006 13:51

Quando ero all'Università di Bari ho sentito parlare di grosse tormaline (sciorlo) mal cristallizzate nella zona delle Serre. Forse Marco con le sue ricerche bibliografiche potrà dirti di più.

Massimo
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10899
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Messaggio da Luciano Vaccari » lun 08 mag, 2006 14:49

Ciao Angela
non posso esserti molto di aiuto, ma come esperienza ti racconto che nel '98 mi trovavo a Pratora di Tiriolo(CZ).
Ebbi l'opportunita di visitare le stanze adiacenti il comune di Tiriolo e nelle bacheche con le foto che narravano del paese che mi trovo?

Una bellissima immagine di uno "spinello" di colore blu intenso...

Veramente bello; mi viene da dire che la foto in questione mi ha fatto ripensare all'eventualità di andare in Calabria non solo per il mare.

Se passi da quelle zone fai un salto in comune a Tiriolo..è davvero un bel paese.

Luciano

Ps: non sono ancora andato ..sarà mica perche' ci sono SOLO 1100 Km da Modena?

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 28222
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Messaggio da Marco E. Ciriotti » lun 08 mag, 2006 14:51

Segnalo per prima cosa alcuni siti web in cui, sfogliando pagina per pagina, sono segnalate pegmatiti di vario tipo:

http://www.geocalabria.it/cartageo/dati ... O/som2.htm

http://www.calabriamia.it/TERRITORIO/st ... logica.htm

http://www.dst.unipi.it/fist/geoitalia2001/poster.htm
In varie sezioni di poster di FIST-Geoitalia 2001 ci sono documentazioni sulla zona di Serre (sud Calabria).

A Mangiatorella, presso lo spartiacque delle Serre, tra Stilo e Serra San Bruno, sono state rinvenute e datate delle rocce intrusive (granodioriti) la cui età di formazione risale a 264 milioni di anni fa (Ferrara & Longinelli, 1961). Pegmatiti sono a Delianova. Quarzodioriti di Copanello.

Ora estenderò la ricerca ad articoli inerenti pegmatiti calabre e - ove possibile - accluderò anche un abstract (fonte GeoRef, MinAbs, GeoScienceWorld).
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 28222
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Messaggio da Marco E. Ciriotti » lun 08 mag, 2006 15:19

Rieccomi.
Non ho trovato tra i più di 500 titoli sfogliati alcun articolo su pegmatiti calabre.
Però leggendo, qua e là, articoli di taglio geologico, petrologico e sismologico, emergerebbe che le uniche unità pegmatitiche di interesse sono quella della zona di Serre.
Manifestazioni grantitiche sono però presenti anche a Orlande, Capo Rasocolmo, Monti San Demetrio, Villa San Giovanni, Delianuova e tra Cittanova e la Sila.

L'unica referenza che forse merita la pena riportare è la seguente:

• Herms, P. & Schenk, V. (1992): Fluid inclusions in granulite-facies metapelites of the Hercynian ancient lower crust of the Serre, Calabria, southern Italy. Contributions to Mineralogy & Petrology, 112(2-3), 393-404.

Abstract:
Investigations of fluid inclusions in granulite-facies metapelites of S Calabria enable characterization of the fluid composition of these lower crustal rocks, and constrain the petrologically deduced retrograde P-T path characterized by isothermal uplift prior to isobaric cooling in middle crustal levels. Fluid inclusions in cordierite, garnet and sillimanite have a CO2- rich composition. Inclusions in cordierite rarely contain minor amounts of N2 and H2O, and in garnets some CO2- CH4-N2 inclusions have been analysed by Raman microprobe. Quartz reveals the most complex fluid inclusion compositions: 1) CO2-rich, 2) CO2-CH4-N2, 3) CH4-N2, 4) H2O-MgCl2-CaCl2-NaCl, 5) H2O-NaCl and 6) H2O-CO2. The earliest fluid inclusions after peak metamorphism are rich in CO2 with minor amounts of N2 and H2O. An early CO2-(H2O-N2) fluid composition has been confirmed by detection of CO2, H2O and N2 in the channels of the cordierite structure. Most of the early CO2-rich fluid inclusions were modified during the uplift from the lower to the middle crustal level, resulting in a density decrease with CO2 still dominant. Subsequent isobaric cooling led to further modifications of the fluid inclusions. High-density inclusions around implosion textures or scattered amongst lower-density ones must have formed during this cooling episode. Aqueous inclusions in quartz are mostly formed late and are consistent with trapping during retrograde hydration.
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
Massimo Russo
Messaggi: 7555
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli
Contatta:

Messaggio da Massimo Russo » lun 08 mag, 2006 15:26

Ricordavo bene allora. Angela puoi contattare un grande esperto di quelle zone che sta all'Università di Bari. Sicuramente ti può dare informazioni più aggiornate (ti invio i dati in privato).

Massimo
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10899
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Messaggio da Luciano Vaccari » lun 08 mag, 2006 15:41


Avatar utente
Massimo Ferrari
Messaggi: 1239
Iscritto il: mer 26 gen, 2005 22:03
Località: Modena

Messaggio da Massimo Ferrari » ven 19 mag, 2006 21:47

Cara Angela.
Vedi se riesci a reperire il seguente lavoro:
MARIO BERTOLANI Ricerche sulla natura e sulla genesi delle rocce della Sila (Calabria) - Plutoniti e metamorfiti del bacino del Lago Arvo.
Bollettino della Società Geologica Italiana, 76 (1957).
Si tratta di un lavoro eminentemente petrografico, ma qualche spunto penso potresti trovarcelo.

Per completezza ti aggiungo anche quest'altro, anche se non specifico sulle pegmatiti.
MARIO BERTOLANI Ricerche petrografiche nel cristallino della Sila Grande (CS). Rendiconti della Società Mineralogica Italiana, 12 (1956)
E già che ci siamo, beccati anche questo. Niente pegmatiti nemmeno qui, ma qualcosa di molto stimolante e misterioso.
MARIO BERTOLANI An enigmatic outcrop of vitrified rocks near Acri (CS)
Bollettino della Società Geologica Italiana, 91, 683-692 (1972).
Trattandosi di lavori alquanto datati, se non trovi nulla, fammi sapere che vedo di mandarti qualcosa io. Tanti saluti. Massimo F.

Pasquale
Messaggi: 31
Iscritto il: lun 20 mar, 2006 13:08
Località: Torino

Messaggio da Pasquale » mer 08 nov, 2006 16:09

Mi sono imbattuto per caso in questo vecchio post...
Per motivi personali spesso sono in Calabria... potrei fare un po' di ispezioni in loco e farvi sapere poi gli esiti. In particolare potrei "battere" molto bene la zona di Acri. Massimo: riesci eventualmente a farmi avere qualche informazione in più sulle "rocce vetrificate" (mi risulta sia una tesi depositata all'università di Modena)? Putroppo in giro sull'argomento non si trova nulla.

Grazie, saluti.
Pasquale

Avatar utente
SarahElba
Messaggi: 1631
Iscritto il: mer 08 mar, 2006 16:44
Località: COMO
Contatta:

Messaggio da SarahElba » mer 08 nov, 2006 16:15

Ciao Angela... Scusa se esco dal topic (penso ti abbiano già risposto meglio gli altri)... Ma per caso sei proprio la geologa che ho contattato in Calabria per sapere dei granati delle pegmatiti calabresi? Se sì, sarebbe una gran coincidenza, anche se non mi dovrei più stupire, oramai, di quanto sia piccolo il mondo di noi collezionisti!
PS: io sono Sarah, di Como.

:D

Sarah

Avatar utente
Massimo Ferrari
Messaggi: 1239
Iscritto il: mer 26 gen, 2005 22:03
Località: Modena

Messaggio da Massimo Ferrari » mer 08 nov, 2006 18:05

Caro Pasquale.

Siccome ho il lavoro di Bertolani, sarà mio piacere fotocopiartelo e inviartene copia. Mi manca solo il tuo indirizzo civico che dovresti cortesemente inviarmi utilizzando la mia e-mail privata che puoi reperire qui sul forum. Potrei in teoria fartelo avere on-line in pdf, ma sinceramente non sono molto pratico di queste cose: preferisco perciò la posta. Sempre a tua disposizione per quanto io possa ancora eventualmente fare, in attesa di risentirti, ti saluto molto cordialmente. Massimo Ferrari

Pasquale
Messaggi: 31
Iscritto il: lun 20 mar, 2006 13:08
Località: Torino

Messaggio da Pasquale » lun 13 nov, 2006 15:06

Caro Massimo,
ti ringrazio della tua grande cortesia e disponibilità.
Privatamente ti ho inviato il mio indirizzo.

Dovrei essere in Calabria, zona di Acri, dal 24/12, ti terro aggiornato sull'esito della mie ricerche.
La Calabria non finisce mai di stupire: un mesetto fa sono stato in una vecchia miniera di galena argentifera e... sono riuscito a trovare delle grosse e belle vene di sfalerite... un campione donato anche ad un museo...

Salutoni a tutti!

Pasquale
Pasquale

Avatar utente
Massimo Russo
Messaggi: 7555
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli
Contatta:

Messaggio da Massimo Russo » lun 13 nov, 2006 15:08

Vene massive o cristallizzate?

Massimo
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)

Pasquale
Messaggi: 31
Iscritto il: lun 20 mar, 2006 13:08
Località: Torino

Messaggio da Pasquale » mar 14 nov, 2006 14:16

Purtroppo massiva... (o meglio microcristallizzata...) colore molto scuro con riflessi resinosi...
Le vene sono dentro la dolomite.
Pasquale

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti