"Minerali pegmatitici" in Calabria

dove e cosa cercare e come collezionare minerali
Avatar utente
Francesco Bernardini
Messaggi: 512
Iscritto il: lun 15 ott, 2007 19:21
Località: provincia di Rimini

Re:

Messaggio da Francesco Bernardini » dom 04 lug, 2010 16:59

Marco E. Ciriotti ha scritto:Segnalo per prima cosa alcuni siti web in cui, sfogliando pagina per pagina, sono segnalate pegmatiti di vario tipo:

http://www.geocalabria.it/cartageo/dati ... O/som2.htm

http://www.calabriamia.it/TERRITORIO/st ... logica.htm

http://www.dst.unipi.it/fist/geoitalia2001/poster.htm
In varie sezioni di poster di FIST-Geoitalia 2001 ci sono documentazioni sulla zona di Serre (sud Calabria).

A Mangiatorella, presso lo spartiacque delle Serre, tra Stilo e Serra San Bruno, sono state rinvenute e datate delle rocce intrusive (granodioriti) la cui età di formazione risale a 264 milioni di anni fa (Ferrara & Longinelli, 1961). Pegmatiti sono a Delianova. Quarzodioriti di Copanello.

Ora estenderò la ricerca ad articoli inerenti pegmatiti calabre e - ove possibile - accluderò anche un abstract (fonte GeoRef, MinAbs, GeoScienceWorld).
Era interessante questo thread, peccato che sia stato abbandonato, dato che volevo fare una vacanzetta in Calabria stavo vedendo se era possibile reperire qualche informazione, purtroppo i siti segnalati da Marco non son più visibili.

Avatar utente
Massimo Russo
Messaggi: 7549
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli
Contatta:

Re: "Minerali pegmatitici" in Calabria

Messaggio da Massimo Russo » lun 05 lug, 2010 8:12

Contatta Giampaolo Barone

Massimo
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6780
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: "Minerali pegmatitici" in Calabria

Messaggio da Di Domenico Dario » lun 05 lug, 2010 9:20

Massimo Russo ha scritto:
Contatta Giampaolo Barone
L'AMIco Giampaolo sarà ben contento ed é un gran esperto di minerali della Calabria.

Avatar utente
Francesco Bernardini
Messaggi: 512
Iscritto il: lun 15 ott, 2007 19:21
Località: provincia di Rimini

Re: "Minerali pegmatitici" in Calabria

Messaggio da Francesco Bernardini » lun 05 lug, 2010 13:19

Ok, grazie ragazzi!
L'unico problema ora è reperire qualche carta geologica locale, dato che la carta geologica d'Italia è incompleta proprio in quel di Calabria

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6780
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: "Minerali pegmatitici" in Calabria

Messaggio da Di Domenico Dario » lun 05 lug, 2010 14:02

Francesco non farti troppe illusioni,trovare minerali "ben cristallizzati" é molto difficile se non conosci le zone;l'alterazione esogena la fà da padrone in Calabria.Le pegmatiti di Delianuova sono interessanti ma per quanto ho fatto ricerche non mi hanno restituito niente di che.Ho provato ad andare in giro sula base di cartografie geologiche,ma ripeto l'intensa tettonizzazione e l'alterazione di molti affioramenti rocciosi,non consentono facili ritrovamenti,da come siamo abituati in altre zone italiane.Ti consiglio vivamente di sentire Giampaolo Barone.

Avatar utente
Massimo Ferrari
Messaggi: 1239
Iscritto il: mer 26 gen, 2005 22:03
Località: Modena

Re: "Minerali pegmatitici" in Calabria

Messaggio da Massimo Ferrari » lun 05 lug, 2010 14:26

Di Domenico Dario ha scritto:Francesco non farti troppe illusioni,trovare minerali "ben cristallizzati" é molto difficile se non conosci le zone;l'alterazione esogena la fà da padrone in Calabria.Le pegmatiti di Delianuova sono interessanti ma per quanto ho fatto ricerche non mi hanno restituito niente di che.Ho provato ad andare in giro sula base di cartografie geologiche,ma ripeto l'intensa tettonizzazione e l'alterazione di molti affioramenti rocciosi,non consentono facili ritrovamenti,da come siamo abituati in altre zone italiane.Ti consiglio vivamente di sentire Giampaolo Barone.
Ciao Dario
Anche se, non credo riuscirò mai ad arrivare fino alle pegmatiti oggetto della discussione, il leggere la tua precisazione, ( cito pressochè testualmente) " l'alterazione esogena la fa da padrona in Calabria" ha stimolato la mia curiosità ( "curioso come una scimmia" direbbe un Professore di mia conoscenza-e senza offesa alle scimmie :D :D ).Per cui ti chiedo cortesemente di spiegarmi, giusto per imparare qualcosa ,che tipo di azione sia, quella che altera, in modo così profondo queste rocce, rispetto alle loro analoghe di altre zone d'Italia.Grazie e tanti saluti.Massimo.

Avatar utente
Carlo Alciati
Messaggi: 1457
Iscritto il: lun 30 ago, 2004 16:47
Località: Ivrea (TO)
Contatta:

Re: "Minerali pegmatitici" in Calabria

Messaggio da Carlo Alciati » lun 05 lug, 2010 15:46

In questo topic, viewtopic.php?f=5&t=6877 postato stamane da Marco, sono presenti 2 poster del Congresso SIMP su minerali della Calabria.

Magari scrivendo agli autori si possono ottenere informazioni sulle località oggetto delle pubblicazioni.
Carlo Alciati
Segretario GMI - Gruppo Mineralogico di Ivrea "Aldo Nicola"

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6780
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: "Minerali pegmatitici" in Calabria

Messaggio da Di Domenico Dario » mar 06 lug, 2010 8:43

Ti accontento subito Massimo:
Le forze che determinano l’evoluzione del rilievo si possono distinguere in endogene (fenomeni tettonici, sismici e vulcanici) ed esogene (fenomeni legati all’atmosfera, all’idrosfera e alla biosfera).

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10895
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: "Minerali pegmatitici" in Calabria

Messaggio da Luciano Vaccari » mar 06 lug, 2010 8:54

Dario, la domanda di Massimo( che faccio anche mia), a parte la tua chiara spiegazione, era riferita a cosa hanno di particolare queste forze o queste rocce in Calabria rispetto ad altre zone geologicamente simili....
Sembra che, ma forse abbiamo capito male il tuo primo messaggio, l'erosione in questa zona sia maggiore rispetto ad altre.
Se fosse così, da cosa questo è dovuto?
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
Marco Barsanti
Messaggi: 729
Iscritto il: lun 05 lug, 2004 9:57
Località: Toscana, Borgo a Mozzano (LU)

Re: "Minerali pegmatitici" in Calabria

Messaggio da Marco Barsanti » mar 06 lug, 2010 9:12

Ciao, avendo un poco di tempo, ti ho elencato alcuni riferimenti biblio relativi ai Bollettini della Società Geologica Italiana (in ordine di “età”): sulle “pegmatiti” s.s. non c’è molto, ma spulciando ho trovato cose interessanti sia sotto l’aspetto geologico che mineralogico, dove, potendo, non sarebbe male poter approfondire con ricerche sul campo.. Vedi un po’ te. Buone letture

1) “Graniti & Pegmatiti”

MESSINA-A., RUSSO-S., BORGHI-A., COLONNA-V., COMPAGNONI-R., CAGGIANELLI-A., FORNELLI-A., PICCARRETA-G.
Il massiccio della Sila, settore settentrionale dell'arco calabro-peloritano. Guida all'escursione del gruppo "I basamenti cristallini e i granitoidi circum-mediterranei: evoluzione petrogenetica e implicazioni geodinamiche", Messina 13-17/10/1992, Boll. Soc. Geol. It., 1994, vol. 113, fasc. 3, pp. 539-586.

MESSINA-A., RUSSO-S., LIMA-A.
Detailed exploration geochemistry of specialized granites of the Sila Batholith (Calabria, Italy) by fluid inclusion constraints on fluid source, Boll. Soc. Geol. It., 1993, vol. 112, fasc. 3-4, pp. 999-1020.

MINZONI-N.
Rocce cristalline pre-mesozoiche e tettonica paleogenica ovest-vergente nella Calabria meridionale, Rendiconti della Società Geologica Italiana, 1988, vol. 11, fasc. 1, pp. 27-28.

MESSINA-A., RUSSO-S.
I graniti peraluminosi del versante meridionale dell'Aspromonte (Calabria), Boll. Soc. Geol. It., 1981, vol. 100, fasc. 1, pp. 3-14.

IOPPOLO-S., PUGLISI-G.
I graniti peraluminosi di Delianuova (Aspromonte, Calabria meridionale), Boll. Soc. Geol. It., 1980, vol. 99, fasc. 3, pp. 269-280.

PEZZINO-A., PUGLISI-G.
Indagine geologico-petrografica sul cristallino dell'Aspromonte centro-settentrionale (Calabria), Boll. Soc. Geol. It., 1980, vol. 99, fasc. 3, pp. 255-268.

ATZORI-P., PEZZINO-A., ROTTURA-A.
La massa granitica di Cittanova (Calabria meridionale): relazioni con le rocce granitoidi del Massiccio delle Serre e con le metamorfiti di Canolo, S. Nicodemo e Molochio (nota preliminare), Boll. Soc. Geol. It., 1977, vol. 96, fasc. 3, pp. 387-391.

MORESI-M., PAGLIONICO-A.
Osservazioni geologiche, petrografiche e geochimiche sulle rocce granitoidi delle Serre orientali (Calabria), Boll. Soc. Geol. It., 1975, vol. 94, fasc. 6, pp. 1855-1882.

BONFIGLIO-L.
Plutoniti, migmatiti e metamorfiti della Calabria meridionale (Rilievo geologico preliminare ad uno studio sul metamorfismo generale), Memorie della Società Geologica Italiana, 1964, vol. 4, fasc. 2, pp. 1205-

FERRARA-G., LONGINELLI-A.
Età di due rocce granitiche della zona delle Serre in Calabria, Boll. Soc. Geol. It., 1961, vol. 80, fasc. 2, pp. 25-36.

FERRARA-G., IPPOLITO-F., STAUFFER-H., TONGIORGI-E.
Determinazione con metodi del Piombo dell'età di un filone pegmatitico presso Delianuova (Aspromonte, Calabria), Boll. Soc. Geol. It., 1959, vol. 78, fasc. 2, pp. 74-82.

BERTOLANI-M.
Ricerche sulla natura e sulla genesi delle rocce della Sila (Calabria). Plutoniti e metamorfiti del bacino del Lago Arvo, Boll. Soc. Geol. It., 1957, vol. 76, fasc. 3, pp. 79-172.


2) “Ofioliti” s.l., magmatiti

LIBERI-F., PILUSO-E.
Tectonometamorphic evolution of the ophiolitic sequences from Northern Calabrian Arc,
Boll. Soc. Geol. It., 2009, vol. 128, fasc. 2, pp. 483-493.

ROSSETTI-FEDERICO, FACCENNA-C., GOFFE'-B., FUNICIELLO-R., MONIE'-P.
Tectono-metamorphic evolution of the ophiolite-bearing HP/LT Gimigliano-Monte Reventino unit (Gimigliano, Sila Piccola): Insights for the tectonic evolution of the Calabrian Arc, Boll. Soc. Geol. It., 2002, vol. 121, fasc. 1, pp. 51-67.

MACCIOTTA-G., ZUPPETTA-A., ZEDA-O.
Caratteri petrografici e significato geotettonico delle metavulcaniti basiche triassiche dell'unità di San Donato (Calabria), Boll. Soc. Geol. It., 1986, vol. 105, fasc. 3-4, pp. 195-202.

IOPPOLO-S., ROTTURA-A., RUSSO-S.
Le metabasiti di alto grado dell'area Vibo Valentia-Fiumara Angitola (Calabria meridionale), Boll. Soc. Geol. It., 1978, vol. 97, fasc. 1-2, pp. 73-92.

LORENZONI-S., MESSINA-A., RUSSO-S., STAGNO-F., ZANETTIN LORENZONI-E.
Le magmatiti dell'unità di Longobucco (Sila, Calabria), Boll. Soc. Geol. It., 1978, vol. 97, fasc. 5-6, pp. 727-738.

SPADEA-P., TORTORICI-L., LANZAFAME-G.
Serie ofiolitifere nell'area fra Tarsia e Spezzano Albanese (Calabria): stratigrafia, petrografia, rapporti strutturali, Memorie della Società Geologica Italiana, 1976, vol. 17, pp. 135-174.

GLANGEAUD-L., BOUSQUET-J.C.
Geodinamica dei vulcani supracritici a "pillows-lavas" e delle loro tracce profonde in Italia (Calabria e Appennino Settentrionale), in Algeria e nelle Prealpi Francesi (Chablais), Boll. Soc. Geol. It., 1961, vol. 80, fasc. 4, pp. 25-29.




3) Rocce metamorfiche “interessanti”

Caggianelli-Alfredo, Liotta-Domenico, LANGONE-ANTONIO, DE RUVO-ANGELA
Rapporti tra blastesi e deformazione nell’aureola termometamorfica di Rossano Calabro (Massiccio della Sila, Calabria settentrionale): dati preliminari, Rendiconti della Società Geologica Italiana, Nuova Serie, 2007, vol. 4, pp. 218-219.

IOPPOLO-S., PUGLISI-G.
I paragneiss e micascisti di medio-alto grado di Delianuova (Aspromonte, Calabria meridionale), Boll. Soc. Geol. It., 1982, vol. 101, fasc. 3, pp. 373-384.
PAGLIONICO-A., PICCARRETA-G.
Significato della cianite nell'Unità Polia-Copanello (Calabria), Rendiconti della Società Geologica Italiana, 1980, vol. 3, pp. 35-38.

COLONNA-V., PICCARRETA-G.
Metamorfismo di alta pressione/bassa temperatura nei micascisti di Zangarona-Ievoli-Monte Dondolo (Sila Piccola, Calabria), Boll. Soc. Geol. It., 1975, vol. 94, fasc. 1-2, pp. 17-25.

BONARDI-G., PERRONE-V., ZUPPETTA-A.
I rapporti tra "metabasiti", "filladi" e "scisti micacei" nell'area tra Paola e Rose (Calabria), Boll. Soc. Geol. It., 1974, vol. 93, fasc. 2, pp. 245-276.

4) Mineralizzazioni interessanti

SACCA'-C., SACCA'-D., MESSINA-A.
A Fe- Mn- Zn- Pb- mineralization in the marbles of the Mandanici Unit (Calabrian-Peloritan Arc), Boll. Soc. Geol. It., 1996, vol. 115, fasc. 1, pp. 159-171.

BENVENUTI-M., MORELLI-F., LATTANZI-P., RUGGIERI-G., TANELLI-G.
Mineralogy, textures and mineral chemistry of Au-Ag veins at Rossano, Calabrian-Peloritan Arc (Calabria, Italy), Memorie della Società Geologica Italiana, 1994, vol. 48, fasc. 2, pp. 731-735.

DE VIVO-B., LORENZONI-S., ZANETTIN LORENZONI-E., ORSI-G.
Le mineralizzazioni nel basamento cristallino dell'Aspromonte (Calabria), Boll. Soc. Geol. It., 1980, vol. 99, fasc. 3, pp. 289-302.

DE MARCO-A., BALENZANO-F., DELL'ANNA-L.
Caratteri morfologici e mineralogici della magnetite presente nei depositi terrazzati marini post-calabriani della zona pugliese-lucana e sua distribuzione areale. Considerazioni stratigrafiche e paleogeografiche, Boll. Soc. Geol. It., 1977, vol. 96, fasc. 4, pp. 557-567.

VIGHI-L.
Sulle mineralizzazioni a solfuri misti e sulla magnetite in Comune di S.Roberto d'Aspromonte (Reggio Calabria), Boll. Soc. Geol. It., 1951, vol. 70, fasc. 3, pp. 624-631.

MADDALENA-L.
Sopra un presunto giacimento di ferro a Roseto Capo Spulico (Calabria), Boll. Soc. Geol. It., 1923, vol. 42, pp. 241-245.

5) “Cultura varia”


ALVAREZ-W., Shimabukuro-D.H.
The geological relationships between Sardinia and Calabria during Alpine and Hercynian times,
Boll. Soc. Geol. It., 2009, vol. 128, fasc. 2, pp. 257-268.

BONARDI-G., COMPAGNONI-R., DEL MORO-A., Macaione-Elisa, Messina-Antonia, PERRONE-V.
Rb-Sr age constraints on the Alpine metamorphic overprint in the Aspromonte Nappe (Calabria-Peloritani Composite Terrane, southern Italy),
Boll. Soc. Geol. It., 2008, vol. 127, fasc. 2, pp. 173-190.

Liotta-Domenico, Caggianelli-Alfredo, Festa-Vincenzo, Prosser -Giacomo, RANALLI-G.
La zona di taglio sin-plutonica del Massiccio della Sila e modellizzazione termo-barometrica dlla crosta continentale tardo-ercinica nella Calabria settentrionale, Rendiconti della Società Geologica Italiana, Nuova Serie, 2007, vol. 4, pp. 240-240.

MINZONI-N. La catena Alpina nella Calabria centro-meridionale: miti e realtà, Rendiconti della Società Geologica Italiana, Nuova Serie, 2006, vol. 2, pp. 156-158.

RIZZO-G., PILUSO-E., MORTEN-L. Tonalitic to trondhjemitic dykes within metabasic lower-crust rocks, Serre Massif, Calabrian-Peloritan arc, Boll. Soc. Geol. It., 2005, vol. speciale n. 4, pp. 45-52.

MESSINA-A., PERRONE-V., GIACOBBE-A., DE FRANCESCO-A.M.
The Mela Unit: a medium grade metamorphic unit in the Peloritani Mountains (Calabria-Peloritani Arc, Italy), Boll. Soc. Geol. It., 1997, vol. 116, fasc. 2, pp. 237-252.

MINZONI-N.
Le Catene Alpina e Appenninica nella Calabria centro-meridionale: possibili rapporti con la Calabria settentrionale e con i Monti Peloritani (Sicilia), Boll. Soc. Geol. It., 1993, vol. 112, fasc. 1, pp. 15-30.

MINZONI-N., GARAVELLO-A., LUCIANI-V., NEGRI-A., UNGARO-S.
La Calabria ercinica negli Orogeni Alpino e Appenninico-Maghrebide. Guida alla III escursione del Gruppo Lavoro Paleozoico, Calabria-Aspromonte, 25-26 Settembre 1990, Boll. Soc. Geol. It., 1992, vol. 111, fasc. 1, pp. 131-145.

MESSINA-A., COMPAGNONI-R., DE VIVO-B., PERRONE-V., RUSSO-S., BARBIERI-M., SCOTT-B.A.
Geological and petrochemical study of the Sila Massif plutonic rocks (Northern Calabria, Italy), Boll. Soc. Geol. It., 1991, vol. 110, fasc. 1, pp. 165-206.

MINZONI-N.
Evoluzione strutturale della catena alpina e appenninica nella Calabria centro-meridionale, Rendiconti della Società Geologica Italiana, 1991, vol. 14, fasc. 1, pp. 85-88.

PANNUCCI-S., PEZZINO-A.
Evidenze microstrutturali nei feldspati delle miloniti della Shear Zone di Montalto in Aspromonte centrale (Calabria), Memorie della Società Geologica Italiana, 1991, vol. 47, pp. 355-359.

PEZZINO-A., PANNUCCI-S., PUGLISI-G., ATZORI-P., IOPPOLO-S., LO GIUDICE-A.
Geometry and metamorphic environment of the contact between the Aspromonte-Peloritani Unit (Upper Unit) and Madonna di Polsi Unit (Lower Unit) in the Central Aspromonte Area (Calabria), Boll. Soc. Geol. It., 1990, vol. 109, fasc. 3, pp. 455-469.

MESSINA-A., COMPAGNONI-R., RUSSO-S., DE FRANCESCO-A.M., GIACOBBE-A.
Alpine metamorphic overprint in the Aspromonte Nappe of Northeastern Peloritani Mts. (Calabria-Peloritani Arc, Southern Italy), Boll. Soc. Geol. It., 1990, vol. 109, fasc. 4, pp. 655-673.

VAN DIJK-J.P.
Sequence stratigraphy, kinematics and dynamic geohistory of the Crotone Basin (Calabrian Arc, Central Mediterranean): an integrated approach, Memorie della Società Geologica Italiana, 1990, vol. 44, pp. 259-285.

Il "Ciclo Ercinico" in Sardegna e in Calabria; analogie e diversità, Rendiconti della Società Geologica Italiana, 1988, vol. 11, fasc. 1, pp. 23-26.

LORENZONI-S., PAGLIONICO-A., ZANETTIN LORENZONI-E.
L'unità "dioritico-kinzigitica" nelle Serre nord0orientali (Calabria). Evoluzione metamorfica e genesi delle "dioriti", Boll. Soc. Geol. It., 1976, vol. 95, fasc. 1-2, pp. 245-274.

ROTTURA-A., MACCARRONE-E., MESSINA-A., PUGLISI-G.
La massa migmatitico-tonalitica di Palmi-Bagnara (Calabria meridionale), Boll. Soc. Geol. It., 1975, vol. 94, fasc. 3, pp. 495-536.

CHELUSSI-I.
Alcune roccie cristalline della Calabria, Boll. Soc. Geol. It., 1914, vol. 33, pp. 177
Per vivere bene, le cose da non chiedersi mai sono due: come vengono fatte le salsicce e come vengono fatte le leggi (proverbio inglese)

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6780
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: "Minerali pegmatitici" in Calabria

Messaggio da Di Domenico Dario » mar 06 lug, 2010 12:05

Ah ho capito Luc!
Bene........cinque anni fa siamo stati in Calabria per fare ricerche mineralogiche in alcune zone della parte occidentale della regione,più di preciso la parte centrale,la zona di Tropea e la zona dell'Aspromonte,trà cui la zona di Delianuova.Il periodo in cui siamo andati é stato ad aprile,quindi clima mite,ma sulle Serre c'era ancora la neve e temperature adatte a fare escursionismo.

Abbiamo girato e rigirato molte zone, senza poter trovare niente di che dal punto di vista di minerali "ben cristallizzati"e la cosa che mi ha più colpito andando nella zona di Spilinga,dove sono affioranti moltissime pegmatiti anche di notevole spessore,è la presenza di grossi cristalli di almandino completamente "ossidati" in una matrice feldspatica che ha completamente perso le sue caratteristiche meccaniche.

I graniti sono ridotti ad uno sfasciume lungo la costa e per trovare qualcosa di sano bisogna salire verso le Serre, ma anche qui c'è una sorta di alterazione che lascia solo qualche testimone più resistente all'erosione,come abbiamo potuto vedere a Serra S.Bruno.
Cercavamo cave di granito,perché ci siamo resi conto che molti manufatti erano lavorarati con queste pietre,ma poi ci siamo resi conto che le "cave" in questione erano i blocchi erratici, di notevoli dimensioni,che affiorano isolati sulle rocce completamente alterate.

Nella zona di Delianuova affiora una grossa massa di granito che ha intruso e metamorfosato i micascisti,in alcune zone e nella zona di contatto,si manifestano "cortei filoniani"a grosse pegmatiti,lunghi diversi chilometri,visibili lungo la strada per il Parco Nazionale dell'Aspromonte,pieni di tormaline,di dimensioni decimetriche,di colore nero,completamente sfatte; in una zona zona coltivata un tempo, per muscovite, abbiamo trovato delle tormaline abbastanza fresche, qualcuna anche terminata, accompagnate da spessartina in picoli cristalli, comunque sia niente di cosi eclatante da come, al momento, ci poteva sembrare.

Siamo andati,sempre seguendo le indicazioni cartografiche geologiche,in un paesino,Davoli,dove venivano segnalate quarziti,pensando magari c'é anche una cava,visto che le quarziti di Davoli sono sfruttate per uso industriale e sono anche famose per il quarzo!quarzo...quarzi....neanche il più piccolo cristallo,tutto c o m p l e t a m e n t e alterato :(

Avatar utente
Francesco Bernardini
Messaggi: 512
Iscritto il: lun 15 ott, 2007 19:21
Località: provincia di Rimini

Re: "Minerali pegmatitici" in Calabria

Messaggio da Francesco Bernardini » sab 10 lug, 2010 19:03

Molte graziea tutti gli AMIci che mi hano dato consigli utili...in particolare Marco!
Hai fatto una ricerca "bestiale"!!!
Le sere della prossima settimana ci lavoro su per vedere di focalizzare meglio cosa e dove cercare.
Dario anche io pensavo di cercare qualche cava attiva nel granito...giusto per veder del materiale fresco...però ho già capito che la ricerca sarà molto più difficile del previsto.

Ferdinando Giovine
Messaggi: 373
Iscritto il: sab 27 apr, 2013 13:32

Re: "Minerali pegmatitici" in Calabria

Messaggio da Ferdinando Giovine » sab 27 apr, 2013 19:01

Mi sono imbattuto per caso in questo post ed anche se è datato ho pensato di fare qualcosa inserendo in Mindat quello che conosco sull'Aspromonte e sulle sue località mineralogiche soprattutto sui minerali pegmatitici, ma non solo. Tutte le località sono radunate sotto Aspromonte massif sotto cui ho aggiunto anche un'ampia sintesi della geologia dei luoghi con ricca bibliografia.
Il lavoro di inclusione delle località prevedo che sarà lungo perchè per alcuni luoghi molto ricchi in minerali vorrei prima ritornarci per inserire le mineralizzazioni nei contesti geologici giusti, sempre che ci riesca.
Le più belle tormaline dell'Aspromonte si trovano nella Grande Morena di Gambarie (località però nella quale è vietata la raccolta essendo Parco Nazionale). Si possono trovare individui fino a 15 cm inclusi negli erratici di pegmatite, ma i bei cristalli completi di facce sono molto più piccoli (4/5 cm) e si trovano negli erratici di fresca frattura. Non credo siano mai stati analizzati, ma li darei per schorl al 99%. Un'altra buona località per le tormaline è il fiume Marro dove oltre a tormaline nere con le stesse caratteristiche della Grande Morena (grandi senza facce, piccoli completi) vi sono anche delle tormaline che hanno una colorazione rossastra sempre ben terminate. Analogamente a quanto visto sui Peloritani (i cui esemplari sono stati analizzati mediante diffrattogramma delle polveri dal Prof. Triscari) dovrebbero essere draviti o serie tra dravite e schorl. Durante varie escursioni fuori dal Parco Nazionale ho individuato un filone che ha tutta l'apparenza di una rodingite con relativi minerali attualmente in studio negli Stati Uniti. Le varie miche raccolte in giro per l'Aspromonte sono invece in studio a Bari con alcune analisi fatte per quanto possibile a Messina.

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 28189
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Re: "Minerali pegmatitici" in Calabria

Messaggio da Marco E. Ciriotti » dom 28 apr, 2013 11:35

Grazie Ferdinando di queste utili informazioni.
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
Roberto Bracco
Messaggi: 2397
Iscritto il: lun 18 apr, 2005 10:42
Località: Savona

Re: "Minerali pegmatitici" in Calabria

Messaggio da Roberto Bracco » dom 28 apr, 2013 12:56

Estremamente interessante! La Calabria è un terreno vergine per le esplorazioni che in un futuro potrebbe riservare le maggiori sorprese a livello nazionale, e poi si tratta sempre in fondo di un pezzo di Liguria... solo un po' spostato...
Roberto Bracco - AMI Liguria

Perché seguire il calcio, quando accanto c'è lo scandio e poco più in là il vanadio?

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti