FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

microscopia binoculare e tecniche di fotografia e ripresa.
Rispondi
HEDE FREDERIC
Messaggi: 469
Iscritto il: dom 12 giu, 2016 10:13

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da HEDE FREDERIC » dom 05 dic, 2021 15:17

È strano quello che dici...sembra che tu non capisca...la matrice non sta scomparendo, è solo più lontana e quindi per apparire dovrei fare uno stack più profondo...profondità di campo è molto debole. Ma volevo distinguere il cristallo. Ma per fare questo bisogna saper fotografare... e saper usare l'attrezzatura
La théorie et la pratique c'est la même chose.

Avatar utente
Gatman
Messaggi: 478
Iscritto il: sab 24 feb, 2007 10:40
Località: Mascalucia (CT)

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da Gatman » dom 05 dic, 2021 15:27

Non facciamo processi sommari....

La discontinuità nel lato inferiore sinistro potrebbe essere dovuta all'alone che lascia spesso il software di stacking usando il medoto Deep Map (DMap). Per questo motivo io preferisco metodi di tipo Pyramid o Pmap. In alcuni casi questo alone è molto accentuato e si è visto anche in alcune POTD a contornare i cristalli.

Per quanto riguarda la sottile banda arancione a destra, non posso dare una risposta certa, ma non mi sorprenderebbe che con un obiettivo 50x non ci siano aberrazioni che fanno comparire delle bande di colore diverso a contorno degli spigoli. Con obiettivi più scadenti si vede anche peggio ma in quel caso si capisce subito che si tratta di aberrazioni cromatiche dovute alle lenti.

Chi fa foto a forti ingrandimenti, sa che problemi bisogna affrontare. Io con soltanto un 10x Nikon di buona qualità ne vedo già tanti. Trovo rilevante lo studio che fa Frederic per superare tali problemi, anche maggiori dati gli ingrandimenti. Però, nonostante che io ne mastichi un pochettino avendo iniziato a fare qualche foto micro da un po' di tempo, non mi ritengo sufficientemente esperto da muovere critiche a chicchessia.

Infine vorrei dire la mia opinione riguardo l'uso della post-produzione: se questa è utilizzata al fine di cercare di eliminare tutti quegli effetti negativi che il sistema fotografico introduce modificando la realtà dell'immagine (ad esempio deriva del colore, eliminazione del rumore, degli effetti di sfuocatura dovute alle lenti o al micromosso, eliminazione macchie del sensore, ecc...), sia per riportare l'immagine più vicina al reale e per esaltarne la bellezza o le caratteristiche, ebbene penso che non solo sia lecito ma anche auspicabile.
Gaetano Sicurella

"Il progresso è la realizzazione dell'utopia" - O.Wilde

Avatar utente
gigionaz
Messaggi: 812
Iscritto il: sab 16 lug, 2011 0:42
Località: La Spezia
Contatta:

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da gigionaz » dom 05 dic, 2021 16:23

Gatman ha scritto:
dom 05 dic, 2021 15:27
Non facciamo processi sommari....

La discontinuità nel lato inferiore sinistro potrebbe essere dovuta all'alone che lascia spesso il software di stacking usando il medoto Deep Map (DMap). Per questo motivo [...]
Infine vorrei dire la mia opinione riguardo l'uso della post-produzione: se questa è utilizzata al fine di cercare di eliminare tutti quegli effetti negativi che il sistema fotografico [...]
Sono completamente d'accordo su tutto. 50x sono tanta roba e ci vuole un bel coraggio a tentare quella strada.

Per l'ultimo punto, il PP: è per questo che dopo un breve periodo di gioco esplorativo, ho smesso di usare pacchetti preconfezionati. Per molti che siano i loro presets, modificabili peraltro, danno per forza risultati standard e, a lungo andare, se ti prendono la mano, manieristici.
In PP fai solo quello che è indispensabile per far uscire l'immagine che vedi. Se hai un obiettivo documentaristico.
Per questo è indispensabile saper usare un software completo. Gimp o Photoshop. Neanche l'automatizzazione di Rawtherapy, Cameraraw, Darktable e simili. Tutto a mano coi filtri applicati in maniera non distruttiva. Ogni immagine è e deve essere curata diversamente dalle altre. Per me.

Ne approfitto per
Tuperssuatsiaite Na2(Fe3+,Mn2+)3Si8O20(OH)2·4H2O
Aris Quarries, Aris, Windhoek Rural, Khomas Region, Namibia

Field of View: 1.5 mm
Canon 550d, bellows, No brand achro planar 10x, Helicon Focus 7, Gimp 2.10.6

https://www.mindat.org/photo-1183246.html
Gianandrea Ghirri, La Spezia. ghirri at libero.it - Imparare è una cosa entusiasmante perchè non ha una fine: Consigli & Critiche sempre benaccetti.

Avatar utente
gigionaz
Messaggi: 812
Iscritto il: sab 16 lug, 2011 0:42
Località: La Spezia
Contatta:

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da gigionaz » dom 05 dic, 2021 16:58

erikilgrigio ha scritto:
dom 05 dic, 2021 13:17
Buongiorno a tutti volevo chiedervi visto che non sono bravo a fare le foto ai minerali e vi ringrazio per le foto che fate e postate come mai quando ingrandisco al massimo le foto del francese si vedono ancora bene le fattezze del minerale invece le vostre sempre al massimo sono sfocate ? Perciò penso di aver ragione che sono molto taroccate visto che il 90% delle sue foto i minerali galleggiano e sempre per me non è un bravo fotografo mi fermo qui perchè non voglio creare nessuna polemica ma almeno io voglio vedere oltre al minerale possibilmente anche la matrice grazie per la vostra pazienza
Barbieri Enrico
Non per difendere Hede, che non ne ha bisogno. Ma, mi scuserete, dico la mia?
Per me le foto di Hede sono definite anche 'ingrandendole' sul monitor, perchè sono definite e basta.
Perchè usa evidentemente un'attrezzatura stabile, di qualità e costosa.
Secondo me i 'difetti' che vedi non sono difetti del 'taroccamento'. Ma limiti di qualsiasi ottica.
Con la profondità di campo di un millimetro e un'ottica da 50x abbiamo idea di quante foto bisogna fare per ottenere uno stack e una foto finale tutta a fuoco?
Il limite di Hede, ma è un parere di gusto personale, è che insistendo su ingrandimenti estremi, ha fatto dello sfocato (obbligato) una sua firma. Che Io non apprezzo completamente. Ma riconosco che di un limite, oggettivo, ha fatto la sua firma. Complimenti, Hede, anche se ritocchi in PP.
E' mica da tutti.

Le nostre foto le vedi confuse soprattutto se ingrandite a monitor - le mie almeno - perchè con obiettivi da 20 euro e i movimenti della slitta a mano, c'è poco da fare. :)
Gianandrea Ghirri, La Spezia. ghirri at libero.it - Imparare è una cosa entusiasmante perchè non ha una fine: Consigli & Critiche sempre benaccetti.

Avatar utente
Mirco
Messaggi: 2317
Iscritto il: lun 24 mar, 2008 19:37
Località: Magnago (MI)

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da Mirco » dom 05 dic, 2021 18:19

Non volevo sollevare polveroni o altro, la mia era solo curiosità come si capisce chiaramente dal mio post di qualche giorno fa.
Non mi sembra dalla foto che la matrice sia più lontana, vorrebbe dire che fa veramente una strana curva... mi convince di più la spiegazione di Gatman sugli aloni dovuti all'algoritmo di stack.
Stessa cosa per l'aberrazione che crea la striscia arancione, solo mi era venuta questa curiosità perché non capivo per quale motivo fosse su un solo lato del cristallo ma a questo punto credo che dipenda dall'angolo di incidenza della luce.
Rimango della mia idea che preferisco le foto fatte con altri sistemi, Hede sarà bravissimo a sperimentare e a trarre il massimo dalle sue ottiche ma i risultati A ME non piacciono come invece quelli di altri. Siccome non credo che ciò possa minimamente offendere Hede mi dichiaro soddisfatto delle spiegazioni ottenute anche se sottolineate dal consueto sarcasmo.
Buona continuazione.
Mirco

"Molte volte le persone ci sembrano grandi solo perchè le guardiamo stando in ginocchio"

HEDE FREDERIC
Messaggi: 469
Iscritto il: dom 12 giu, 2016 10:13

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da HEDE FREDERIC » dom 05 dic, 2021 19:09

Posso dire che in questo caso non ci sono problemi con il software di stacking. La profondità di campo è dell'ordine del micrometro. Non puoi fidarti di "mi sembra". La matrice non è lì semplicemente perché è più lontana. Poi potrebbe esserci una rifrazione a livello della cresta.... Dopo nessun sarcasmo, le culture sono diverse... Potremmo preferire lo sfocato e vedere ad una profondità notevole. Preferisco avere un'alta frequenza di campionamento limitata dalla sola diffrazione. In effetti questo creerà queste immagini. Il mio 50x è imperfetto ai miei occhi. ma uno nuovo costa circa 1500 € quindi non ho fretta :). Sparo sopra ogni cosa.
La théorie et la pratique c'est la même chose.

erikilgrigio
Messaggi: 222
Iscritto il: mer 21 gen, 2015 14:04
Località: Bodio Lomnago (VA)

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da erikilgrigio » dom 05 dic, 2021 20:20

Buonasera a tutti quando scrivo che al resto dei fotografi sgranano le foto al massimo dell'ingrandimento c'è compreso manche Chinellato perchè anche le sue foto su mindat sgranano e non mi sembra che spenda poco per la sua attrezzatura perciò rimango della mia idea grazie
Barbieri Enrico

HEDE FREDERIC
Messaggi: 469
Iscritto il: dom 12 giu, 2016 10:13

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da HEDE FREDERIC » dom 05 dic, 2021 20:58

Ringrazio erikilgrigio che pensa che le mie foto siano molto più nitide (pur essendo ridotte....a 1200% di risoluzione) di quelle che osserva altrove. Poi pensa che siano artificiali. Ma ricordo che le mie foto sono chiare.... Inoltre posso fornire un set di 600 immagini da compilare per i candidati ;). Non possono essere realizzati singolarmente :). Tuttavia, ciò richiede un computer abbastanza potente e circa 20 GB di spazio di archiviazione. Su richiesta in MP;). Ho messo su alcuni forum riservati le compilation attuali con crop al 200%.... Un buon ascoltatore per chi vuole imparare
La théorie et la pratique c'est la même chose.

Avatar utente
gigionaz
Messaggi: 812
Iscritto il: sab 16 lug, 2011 0:42
Località: La Spezia
Contatta:

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da gigionaz » lun 06 dic, 2021 0:48

erikilgrigio ha scritto:
dom 05 dic, 2021 20:20
Buonasera a tutti quando scrivo che al resto dei fotografi sgranano le foto al massimo dell'ingrandimento c'è compreso manche Chinellato perchè anche le sue foto su mindat sgranano e non mi sembra che spenda poco per la sua attrezzatura perciò rimango della mia idea grazie
Barbieri Enrico
A tutto c’è una spiegazione. Se tu metti su Mindat foto ‘leggere’, magari per proteggere da usi impropri il tuo lavoro, all’ingrandimento sgranano o semplicemente si bloccano. Poi considera che Mindat comprime alla qualità video, bassa, che fa perdere molti dati. Quando fai l’upload Mindat correttamente ti fa subito vedere la dimensione originaria e quella compressa.
Si possono confrontare due scatti precisamente solo se visti in sorgente non compresso. Vedi la stessa immagine jpeg in qualità 95% e 60% e te ne accorgerai. Io mando a Mindat 6000•4000 jpeg 91% e lui riduce molto la qualità. In rete mando 1500•1000 91% e le piattaforme riducono ancora. Sono le stesse foto ma con sgranature differenti.
Ciao a tutti
Gianandrea Ghirri, La Spezia. ghirri at libero.it - Imparare è una cosa entusiasmante perchè non ha una fine: Consigli & Critiche sempre benaccetti.

HEDE FREDERIC
Messaggi: 469
Iscritto il: dom 12 giu, 2016 10:13

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da HEDE FREDERIC » lun 06 dic, 2021 6:29

Un'immagine nitida rimane nitida... Anche se la sua risoluzione può variare. Vediamo una pixelizzazione ma non un'assenza di nitidezza. La sfocatura rimane la sfocatura. Non è una sfocatura naturale. Devi sapere come scegliere il tuo materiale e devi sapere come costruire un assemblaggio efficiente.
La théorie et la pratique c'est la même chose.

Avatar utente
Pasquale Antonazzo
Messaggi: 2640
Iscritto il: sab 03 mar, 2007 22:08
Località: Mondovì
Contatta:

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da Pasquale Antonazzo » lun 06 dic, 2021 12:59

Oh ragazzi che pesantezza..
Frédéric hai tutto il diritto di cercare la perfezione ma non è gentile da parte tua parlare della precisione dei paesi nordici rispetto alla "sommarietà" di noi italiani. Tutto sommato non è che dai fotografi "nordici" io veda sempre tutta questa grande precisione di cui parli.

La chiave di lettura dietro a una foto deve essere sempre :chi fotografa, cosa vuole ottenere?: per esempio, se questo deve essere un fine puramente documentale o un'opera d'arte.

Se mi posso permettere, nelle tue foto vedo sempre una grande definizione dei riflessi ma, se parliamo di definizione generale, nemmeno tu sei prossimo alla perfezione.

Detto questo qui siamo in un topic di pura esposizione delle foto e non di tecnica.
PASCOTTE Socio AMI n° 310.

"Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace; poi il valore dei campioni raccolti è un valore affettivo da condividere con gli altri appassionati se hai dei doppioni da poter scambiare"M. Deidda

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10982
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da Luciano Vaccari » lun 06 dic, 2021 15:32

E su questo perfetto e condivisibile pensiero di Pasquale invito tutti a tornare alle fotografie...

Il forum ha molti topic relativi alla tecnica fotografica, andate a discuterne là; qui disperdete le informazioni, siete fuori argomento.

E poi, è così difficile guardare cosa realizza una persona, accettare i suoi gusti e in primis considerarne la lettura principale (ossia il minerale postato lo riconosco? la foto è fedele? La cristallizzazione è mostrata in modo preciso?)

Il Gamboni faceva foto stupende appoggiando la compattina sull'oculare del microscopio e come "impianto di illuminazione" usava il led del suo nokia....ve lo ricordate o forse non eravate ancora nel forum?

Conosco il set di Pasquale e devo dire che dietro alla semplicità tecnica dei materiale vedo una persona che migliora di giorno in giorno. Preferisco di gran lunga una discussione di questo genere che altra roba ( a patto che si tenga nella sezione dedicata alla tecnica fotografica, NON QUI)
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
gigionaz
Messaggi: 812
Iscritto il: sab 16 lug, 2011 0:42
Località: La Spezia
Contatta:

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da gigionaz » lun 06 dic, 2021 18:10

HEDE FREDERIC ha scritto:
lun 06 dic, 2021 6:29
Un'immagine nitida rimane nitida... Anche se la sua risoluzione può variare. Vediamo una pixelizzazione ma non un'assenza di nitidezza. La sfocatura rimane la sfocatura. Non è una sfocatura naturale. Devi sapere come scegliere il tuo materiale e devi sapere come costruire un assemblaggio efficiente.
Infatti parlava di ‘sgranato’ non di nitidezza.

Far vedere foto e non sentirsi dire ‘apprezzo/non mi piace perché…’ mi sembra inutile, in un forum sulla fotografia. Ma tant’è.
Gianandrea Ghirri, La Spezia. ghirri at libero.it - Imparare è una cosa entusiasmante perchè non ha una fine: Consigli & Critiche sempre benaccetti.

HEDE FREDERIC
Messaggi: 469
Iscritto il: dom 12 giu, 2016 10:13

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da HEDE FREDERIC » mer 08 dic, 2021 17:56

La théorie et la pratique c'est la même chose.

HEDE FREDERIC
Messaggi: 469
Iscritto il: dom 12 giu, 2016 10:13

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da HEDE FREDERIC » mer 08 dic, 2021 21:16

La théorie et la pratique c'est la même chose.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti