Obiettivo 2030 con un occhio al passato

idee, suggerimenti, proposte, correzioni, confidenze, album dei ricordi, proposte per scambi, ecc., ecc
Avatar utente
Pasquale Antonazzo
Messaggi: 2628
Iscritto il: sab 03 mar, 2007 22:08
Località: Mondovì
Contatta:

Obiettivo 2030 con un occhio al passato

Messaggio da Pasquale Antonazzo » gio 01 lug, 2021 23:39

Buonasera a tutti,
ad elezioni fatte eccomi qua con alcune riflessioni.
Ho volontariamente aspettato gli scrutini del consiglio direttivo per il prossimo triennio per non fare ostruzionismo e "campagna elettorale" contro il vecchio c.d. .
Avevo lanciato l'idea delle elezioni online perchè ritengo che, dopo quasi 20 anni dalla fondazione, l' AMI debba avere un profondo rinnovamento di metodi e modi che riguardano tutto: le elezioni, la pubblicazione degli articoli su micro, la qualità scientifica degli articoli, la correttezza delle informazioni ivi contenute, la trasparenza sui lavori in programma ecc. ecc. .
Lungi da me pensare che in passato alcune cose venissero fatte nella penombra ma gli avvenimenti dell'ultimo periodo fanno venire un po' di dubbi, anche considerando che sono stati fatti dei comunicati ufficiali sulla ormai famosa questione AMI-MICRO-Finello che rasentano il ridicolo per la falsità delle informazioni contenute e vi assicuro che tantissima gente si è fatta delle grasse risate..

Riporto i miei due messaggi postati in altro topic:
"Siamo nel 2021 e possiamo tranquillamente dire che il digitale offre tutte le comodità che vogliamo e l'esperienza politica del Movimento 5 Stelle, sulla quale ben me ne guardo di esprimere il mio pensiero, ha fatto scuola. Le scuole sono dotate di registro elettronico, le email certificate valgono come una raccomandata, da un qualsiasi dispositivo connesso alla rete puoi prenotare una visita medica e presentare la dichiarazione dei redditi.
Ci sono un'infinità di portali online che permettono alle associazioni di votare per l'elezione del consiglio direttivo in maniera legalmente valida ma hanno tutti un costo che, credo, qualsiasi associazione potrebbe permettersi.
C'è anche da dire che nella maggior parte delle associazioni la scheda elettorale viene inviata a casa ed è preaffrancata in modo da doverla semplicemente mettere in doppia busta e inviarla. La nostra associazione prevede il voto "a carico del votante" e di sicuro non si diventa poveri per quei 2-3 euro che si spendono, non è questo il problema.
Per poter eleggere il consiglio direttivo di un'associazione online è necessario che questo sia previsto dallo statuto dell'associazione stessa e la nostra, da quanto mi risulta, non lo prevede.
La proposta che mi sento di fare è una modifica dello statuto in modo che preveda questa modalità di votazione da votarsi a maggioranza assoluta durante l'assemblea di Bologna o in alternativa (e che mi sembrerebbe maggiormente corretta) da approvare con una raccolta firme ufficiale nel corso delle manifestazioni 2021 che prevedono la presenza di un banco dell'Ami.

Parere personale: non avrei nessun problema a manifestare pubblicamente l'intenzione di voto perché sono un inguaribile ottimista e poco mi importerebbe della considerazione dei candidati non votati. Ma riconosco il fatto che spesso, nell'italico reame, il voto è in buona parte legato a quello che si crede che si riceverà in cambio e l'obbligatorietà della segretezza del voto diventa a questo punto necessaria."
E ancora:
"Sono entrato nell'associazione pochissimo dopo la sua nascita e da allora sono passati credo 13-14 anni quindi credo di aver visto, crescendo, tutte le sue fasi e le persone che scappavano a gambe levate dopo avermi adottato e coccolato.
Voglio farvi una domanda:
Cosa è l'AMI per voi? Ha ancora lo spirito di condivisione dei primi anni o è solo un'associazione di convenienza per il servizio di identificazione e per il resto "chissenef...e"?
Vi chiamo direttamente in causa soci fondatori che ancora siete tra noi (Marco, Fabio, Massimo, Luciano ecc ecc), mi piacerebbe sapere cosa ne pensate."
In una qualsiasi elezione, al termine dello spoglio, vengono resi pubblici tutti i voti affidati alle urne ma fino ad ora ci si è limitati a comunicare solo i nominativi di chi ha ricevuto sufficienti voti da essere eletto nel consiglio direttivo ed onestamente mi sembra una mancanza di trasparenza non trascurabile anche perchè sono certo che molti di noi hanno inserito dei nomi "spia" a riprova della correttezza dello spoglio.
Sono sicuro che tutto sia avvenuto nella massima correttezza ma manca la trasparenza che agli occhi di un esterno può sembrare come un "tentativo" di manomettere gli esiti delle votazioni.
Inoltre non sono stati ancora resi noti i nomi del segretario e del tesoriere nominati dal consiglio direttivo come previsto dall'art. 18 dello Statuto oltre ai contatti dei membri del c.d. e dei probiviri ai quali ci si rivolge in caso di contenzioso con i membri del consiglio.


Alla luce di questo ritengo che si debba discutere di cosa è oggi l'AMI e soprattutto cosa vogliamo che diventi nel futuro, fermo restando il fatto che non dobbiamo accontentarci di essere una semplice associazione ma che dobbiamo puntare ad essere L'ASSOCIAZIONE di riferimento della mineralogia italiana.
I tempi sono cambiati e se vogliamo attirare ragazzi e ragazze che nemmeno sanno dell'esistenza della nostra associazione dobbiamo essere noi ad andare in contro a loro, ne sono un esempio le innumerevoli pagine social che pullulano di ragazzi vogliosi di scienza e conoscenza. A tal proposito vi porto l'esempio di una pagina Facebook con cui collaboro. Geopop è una pagina che seguo da tantissimo tempo, da quando il suo fondatore, un tal Andrea Moccia, pubblicava video completamente autoprodotti; oggi questa pagina è diventata un'azienda e conta diverse centinaia di migliaia di iscritti in buona parte under 30. Da qualche tempo hanno lanciato una nuova rubrica sui minerali in cui creano dei post parlando in maniera molto generica del minerale preso in esame allegando una mia foto. Per chi se lo stesse chiedendo sì, ho concesso a loro l'utilizzo delle mie foto a titolo completamente gratuito conscio che per loro questo rappresenti per loro un guadagno economico in termini di pubblicità.
Vi invito ad andare a vedere quanti "mi piace" contano questi post (migliaia), siamo certi che tra loro non ci sia nessuno interessato a far parte della nostra associazione? E qualora ce ne sia qualcuno, come fa a sapere che esistiamo se non ci facciamo vedere sulle frequenze che ben risuonano con quello che i giovani cercano?
Lancio un'idea e vorrei che ne discutessimo insieme: ha senso secondo voi pensare di affidare a qualcuno l'attività di "social media manager" dell'associazione ?
Personalmente sono quasi certo che l'investimento possa ripagarsi da solo..

Ho messo un po' troppa carne a cuocere, ma la reputazione dell'AMI non è più quella di 10 anni fa ed è ora di darci una svegliata.

Non voglio che questo mio post venga inteso come un attacco personale nei confronti di qualcuno.
PASCOTTE Socio AMI n° 310.

"Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace; poi il valore dei campioni raccolti è un valore affettivo da condividere con gli altri appassionati se hai dei doppioni da poter scambiare"M. Deidda

Avatar utente
Pasquale Antonazzo
Messaggi: 2628
Iscritto il: sab 03 mar, 2007 22:08
Località: Mondovì
Contatta:

Re: Obiettivo 2030 con un occhio al passato

Messaggio da Pasquale Antonazzo » gio 01 lug, 2021 23:41

Faccio i miei migliori auguri al nuovo consiglio direttivo al quale auguro un buon lavoro!
PASCOTTE Socio AMI n° 310.

"Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace; poi il valore dei campioni raccolti è un valore affettivo da condividere con gli altri appassionati se hai dei doppioni da poter scambiare"M. Deidda

Avatar utente
TOSATO FABIO
Messaggi: 7108
Iscritto il: ven 13 gen, 2006 11:39
Località: via A.Cantele n.15 35129 PADOVA

Re: Obiettivo 2030 con un occhio al passato

Messaggio da TOSATO FABIO » ven 02 lug, 2021 6:46

Grazie Ippazio del post.
Hai esposto tante idee, sicuramente il nuovo C.D. ne verrà informato e se ne discuterà.
Personalmente credo che rincorrere una notevole mole di semplici "mi piace" non debba essere l'obiettivo primario e o il risultato più tangibile.
Possono essere un tramite, cioè una finestra da cui veicolare le idee e modalità di ricerca che AMI rappresenta.
AMI si è sempre sostenuta con le iscrizioni e con la vendita dei prodotti editoriali: se solo tutti gli iscritti al forum fosserro soci AMI direi che problemi economici non ce ne sarebbero e la spesa di un tecnico che opera nel settore della gestione dei social media sarebbe più che affrontabile, ma la realtà è diversa.
Andare sui social con altre modalità potrebbe portare a un introito derivante da pubblicità ecc.: nulla di demoniaco o inaffrontabile, solo che è una scelta che deve essere valutata.
Poi c'è sempre la carenza di persone disponibili a fare qualcosa per l'associazione (problema comune a tutte le associazioni di qualsiasi campo): non si può solo chiedere , bisogna anche dare, perchè è così che vive l'associazionismo il cui spirito profondo è la condivisione delle proprie conoscenze e del proprio tempo.
Spesso si danno per scontate molte cose: è scontato che AMI sia con un tavolo in molte manifestazioni, tutto bello, ma dietro c'è un lavoro di preparazione, gestione e spedizione di plichi e pacchi, gestione con più persone del tavolo, preparazione del tavolo e smobilizzo, contatti con organizzatori ecc.. Tutto ciò necessita di persone che mettono a disposizione il proprio tempo: più siamo meglio è perchè i lavori diventano meno gravosi
Tosato Fabio
"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi." M. Proust
Noi siamo anche quello che non siamo riusciti ad essere.
Sic transit gloria mundi.

Avatar utente
Pasquale Antonazzo
Messaggi: 2628
Iscritto il: sab 03 mar, 2007 22:08
Località: Mondovì
Contatta:

Re: Obiettivo 2030 con un occhio al passato

Messaggio da Pasquale Antonazzo » ven 02 lug, 2021 7:45

Tutto giusto quello che dici tu Fabio, mi ci ritrovo perfettamente. Sono stato frainteso sull'attività social perché non intendevo inseguire vagonate di semplici mi piace ma proprio veicolare il messaggio che "hey siamo qui, guarda un po' cosa facciamo" proprio perché non siamo visibili agli occhi di chi non va a per mostre o che è alla ricerca di forum sui quali chiaccherare.
Perché i prodotti editoriali non vengono pubblicizzati sui social? Se esiste un libro su una data area probabilmente ci saranno persone che vorrebbero averlo a prescindere dal loro interesse per i minerali, o sbaglio?

Sulla disponibilità delle persone ci sarebbe da discutere tanto sul perché non tutti sono propensi a dedicare del tempo, è probabile che molti non se la sentano di fare qualcosa se poi il prestigio finisce nella bacheca di pochi.
PASCOTTE Socio AMI n° 310.

"Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace; poi il valore dei campioni raccolti è un valore affettivo da condividere con gli altri appassionati se hai dei doppioni da poter scambiare"M. Deidda

Avatar utente
TOSATO FABIO
Messaggi: 7108
Iscritto il: ven 13 gen, 2006 11:39
Località: via A.Cantele n.15 35129 PADOVA

Re: Obiettivo 2030 con un occhio al passato

Messaggio da TOSATO FABIO » ven 02 lug, 2021 7:53

Se si lavora e si dedica tempo per AMI, il "prestigio" va all'AMI e non alla singola persona.
Se devo reclamizzazre e investire tempo per una pubblicazione edita da AMI lo faccio volentieri anche se non ho un buon rapporto o nessun rapporto con chi ha scritto il libro.
Si deve uscire dalla logica "io" e entrare in modalità "noi".
Qualsiasi idea per fare conoscere meglio AMI è ben accetta e sarà discussa dal C.D. (mi risulta che a breve ci sarà una riunione via Zoom/Skype e mi impegno a segnalare le tue proposte)
Tosato Fabio
"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi." M. Proust
Noi siamo anche quello che non siamo riusciti ad essere.
Sic transit gloria mundi.

Avatar utente
Gatman
Messaggi: 409
Iscritto il: sab 24 feb, 2007 10:40
Località: Mascalucia (CT)

Re: Obiettivo 2030 con un occhio al passato

Messaggio da Gatman » ven 02 lug, 2021 13:56

TOSATO FABIO ha scritto:
ven 02 lug, 2021 7:53
Si deve uscire dalla logica "io" e entrare in modalità "noi".
Sottoscrivo !
Gaetano Sicurella

"Il progresso è la realizzazione dell'utopia" - O.Wilde

Avatar utente
Gatman
Messaggi: 409
Iscritto il: sab 24 feb, 2007 10:40
Località: Mascalucia (CT)

Re: Obiettivo 2030 con un occhio al passato

Messaggio da Gatman » ven 02 lug, 2021 14:03

Interpreto le proposte di Ippazio come suggerimenti per allargare la base degli iscritti.

Questo e' un obbiettivo che ritengo si debba percorrerere, non solo ai fini dell'AMI ma anche piu' in generale per le finalita' della divulgazione scientifica, in particolare verso i giovani.

Le modalita' dovranno essere accuratamente valutate, ma ogni proposta e' ben accetta.
Gaetano Sicurella

"Il progresso è la realizzazione dell'utopia" - O.Wilde

VINCENZO MILETTO
Messaggi: 607
Iscritto il: mer 31 gen, 2007 16:44
Località: Cavour - Torino

Re: Obiettivo 2030 con un occhio al passato

Messaggio da VINCENZO MILETTO » ven 02 lug, 2021 16:37

Ciao Pasquale,

visto che nessuno ti risponde alla precisa domanda: "Cosa é l'AMI per voi?", nata da alcuni dubbi inerenti a fatti
che hanno coinvolto alcuni soci, ci provo io con poche righe.
Non c'é solo la penombra su alcune cose del passato, ma bensì il buio.
Si continua a rieleggere il Consiglio Direttivo di AMI e a fare il presidente é sempre Marco Ciriotti,
il padre-padrone dell'AMI, il controllore e il controllato di se stesso.
Il servizio SIUK, che considero un'ottima iniziativa, ha dato lustro all'AMI, ma sopratutto a Ciriotti,
e gli ha permesso di gestire in maniera autonoma migliaia di dati, senza rendere conto a nessuno!
Oltre non posso andare, sembrerà strano quello che ho scritto, ma vedrò di chiarire alcuni aspetti
dopo che saranno presentate le nuove specie mineralogiche.
Perché qui sai cosa succede? Ciriotti non guarda in faccia nessuno, se lui ha deciso in quel modo, così sarà fatto!
Se tu chiedi spiegazioni, come ho fatto io, lui non ti risponde, tanto tu non sei nessuno!.....

Vincenzo
-------------------------------------------------------------------------------
Le difficoltà della vita piegano alcuni uomini, ma ne rafforzano altri.
Nelson Mandela
La paura genera energia, ma l' uomo deve sognare per salvarsi.
Walter Bonatti

Avatar utente
TOSATO FABIO
Messaggi: 7108
Iscritto il: ven 13 gen, 2006 11:39
Località: via A.Cantele n.15 35129 PADOVA

Re: Obiettivo 2030 con un occhio al passato

Messaggio da TOSATO FABIO » sab 03 lug, 2021 9:10

Le critiche se costruttive sono sempre ben accette.
Proviamo a cambiare la prospettiva.
Provate a immaginare: se non ci fosse l'AMI, quale sarebbe lo scenario del collezionismo in Italia?
-ci sarebbero state le ultime pubblicazoni di libri ? (scrivere un libro è difficile, portarlo alle stanpe e divulgarlo è ancora più difficile)
-come saremo messi con le analisi? (solo pochi avrebbero accesso alle analisi per conoscenze personali o per disponibilità economica non alla portata di tutti)
-avremo un forum come questo? (avere la sezione sistematica è molto importante e di estrema utilità)
-avremo una rivista come MICRO? (avere una sola rivista in Italia mi sembra un po' poco)
-si avrebbe ancora un gruppo interregionale che promuove la ricerca e la conscenza in campo collezionistico?

Tutto è perfettibile e migliorabile: secondo me è importante il "fare", poi siamo esseri imperfetti che riusciamo ad evolversi e a migliorare con l'apporto di tutti, anche di quelli che giustamente criticano e a cui rivolgo l'invito di partecipare attivamente al mondo AMI
Tosato Fabio
"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi." M. Proust
Noi siamo anche quello che non siamo riusciti ad essere.
Sic transit gloria mundi.

Avatar utente
Mirco
Messaggi: 2291
Iscritto il: lun 24 mar, 2008 19:37
Località: Magnago (MI)

Re: Obiettivo 2030 con un occhio al passato

Messaggio da Mirco » sab 03 lug, 2021 13:46

Seguo da esterno, un po' amareggiato per tutto quello che sento e leggo che succede dentro e fuori dall'AMI nel mondo del collezionismo di minerali.
Non ho capito la risposta di Fabio: senza nulla togliere a quello che fa Ciriotti mi sembra che Fabio stia facendo una equazione AMI=Ciriotti.

L'AMI ha avuto sicuramente il merito di precorrere i tempi ma credo che, con le moderne tecnologie, al posto di questo forum (che mi piace) ci sarebbe qualche gruppo su Facebook (che non mi piace), anzi siete voi i primi a dire che tanta gente si è "trasferita" da qui a là...

Credimi Fabio che stampare un libro è meno difficile di quanto credi e i costi proposti per certi libri (in generale, non parlo dei libri di AMI o di altro in particolare) sono proprio spropositati, si vede un evidente "scopo di lucro" o, se vuoi, di "recupero dei costi di ricerca e sviluppo".Tramite Facebook la divulgazione sarebbe anche più veloce, Luciano stesso mi ha detto che se voglio vendere le mie presse basta metterle su Facebook e in pochi minuti sarebbero vendute.

Posso essere molto d'accordo con te sul discorso SIUK e analisi, anche se se ne sentono di tutti i colori anche a questo riguardo.

Anche il discorso riguardante MICRO si può ribaltare come fai tu: secondo te è utile e costruttivo disperdere gli articoli in 2 o più riviste piuttosto che concentrare il tutto in un solo prodotto di maggiore qualità? Non ci vedi dietro un po' di campanilismo?

Su questa "-si avrebbe ancora un gruppo interregionale che promuove la ricerca e la conscenza in campo collezionistico?" dico solo questo: stai parlando di AMI o del GOM e del GMR?
Mirco

"Molte volte le persone ci sembrano grandi solo perchè le guardiamo stando in ginocchio"

Avatar utente
Mirco
Messaggi: 2291
Iscritto il: lun 24 mar, 2008 19:37
Località: Magnago (MI)

Re: Obiettivo 2030 con un occhio al passato

Messaggio da Mirco » sab 03 lug, 2021 14:15

TOSATO FABIO ha scritto:
ven 02 lug, 2021 7:53
Si deve uscire dalla logica "io" e entrare in modalità "noi".
Scusa Fabio ma nell'AMI sembra che non la vedano così: se fosse come dici tu non ci sarebbe un elenco di autori all'inizio di ogni articolo ma solo il nome di chi propone l'articolo e la scritta AMI.
Mirco

"Molte volte le persone ci sembrano grandi solo perchè le guardiamo stando in ginocchio"

Avatar utente
TOSATO FABIO
Messaggi: 7108
Iscritto il: ven 13 gen, 2006 11:39
Località: via A.Cantele n.15 35129 PADOVA

Re: Obiettivo 2030 con un occhio al passato

Messaggio da TOSATO FABIO » sab 03 lug, 2021 15:20

Appunto perchè siamo in modalità "noi" che ci sono tanti nomi per ogni articolo.
Nel lavoro sul filone 2 di Vignola pubblicato su Micro n.3-2020, dove ero primo autore siamo stati in 14 autori, perchè anche chi ha svolto una piccola parte del lavoro era giusto che comparisse come autore (è un articolo svolto con metodologia multidisciplinare dove hanno operato componenti del gruppo speleo ecc.).
Diversamente secondo la tua ipotesi il lavoro sarebbe comparso come "Tosato Fabio-AMI"... un po' poco secondo me.
Per il resto non so che dire, ognuno è libero di pensare quello che vuole e non sono il difensore di Ciriotti che sa ben difendersi da solo.
Ma ho l'impressione che ci si diverta a sparare nel mucchio ed a essere disfattisti.
Io le cose le vedo da dentro e spesso chi scrive qui nel forum le cose le vede dal di fuori: sono due punti di visuale che hanno la stessa importanza: non sono abituato a seguire ciance e chiacchere di corridoio e piccole invidie e rancori personali che sono presenti in tutti gli ambienti e che se si seguissero, queste cose umane, non si farebbe mai nulla e ci si perderebbe in fiumi di inchiostro inutile
Tosato Fabio
"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi." M. Proust
Noi siamo anche quello che non siamo riusciti ad essere.
Sic transit gloria mundi.

Avatar utente
TOSATO FABIO
Messaggi: 7108
Iscritto il: ven 13 gen, 2006 11:39
Località: via A.Cantele n.15 35129 PADOVA

Re: Obiettivo 2030 con un occhio al passato

Messaggio da TOSATO FABIO » sab 03 lug, 2021 15:33

Ma ritorniamo al focus del titolo di queso topic aperto da Ippazio.
Cioè proposte per il nostro futuro
Tosato Fabio
"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi." M. Proust
Noi siamo anche quello che non siamo riusciti ad essere.
Sic transit gloria mundi.

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6844
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: Obiettivo 2030 con un occhio al passato

Messaggio da Di Domenico Dario » sab 03 lug, 2021 16:43

A parte il problema delle votazioni online che ho introdotto per primo; mancano le delegazioni regionali a cui bisognerebbe riferirsi .
Si sa qualcosa in merito ?

Avatar utente
TOSATO FABIO
Messaggi: 7108
Iscritto il: ven 13 gen, 2006 11:39
Località: via A.Cantele n.15 35129 PADOVA

Re: Obiettivo 2030 con un occhio al passato

Messaggio da TOSATO FABIO » sab 03 lug, 2021 19:00

Non sono organi dell'associazione che hanno scadenze e/o rinnovi per i quali sono necessarie le votazioni dei soci
Quindi le delegazioni regionali sono quelle che sono attualmente, salvo modifiche apportate dal C,D.
Tosato Fabio
"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi." M. Proust
Noi siamo anche quello che non siamo riusciti ad essere.
Sic transit gloria mundi.

Bloccato

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti