Diario mineralogico

idee, suggerimenti, proposte, correzioni, confidenze, album dei ricordi, proposte per scambi, ecc., ecc
Rispondi
mineralenzo
Messaggi: 2582
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Diario mineralogico

Messaggio da mineralenzo » ven 28 ago, 2020 19:43


Venerdì scorso, a mezzo telefono, ho chiacchierato con un nuovo "collega" alle prime armi chef di trova attualmente a Cefalù, per lavoro stagionale.
Non sono intervenuti prima ma lo faccio ora. Oggi sarebbe stato l'appuntamento, tuttavia appunto per impegni lavorativi tale incontro è stato rinviato oramai a settembre probabilmente qui a Palermo.

Il soggetto in esame, di Palermo e di anni 20 e di nome Antonio, avrebbe espresso il desiderio di conoscere meglio la mineralogia e i minerali ed essendo all'inizio avrebbe bisogno di un piccolo autino.
A proposito di Cefalù ci sono stato proprio oggi pomeriggio e domani prevista un altra uscita nel messinese ionico dove ormai i settori possibili sino terminati.
Alla prossima.

Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2582
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Diario mineralogico

Messaggio da mineralenzo » mer 02 set, 2020 16:44

Sta per finire questo 2020 dal punto di vista mineralogico. Il prossimo fine settimana sarà l'ultimo della serie, mentre questo fine settimana ha visto due escursioni una verso il messinese sabato, (sabato prossimo ve ne sarà un altra) l'altra lunedì mattina. E così siamo a 13 escursioni. Insomma Non ci si può di certo lamentare. Semmai il caldo è stato un deterrente troppo intenso sopratutto sotto il sole, cosa avvenuta sempre. Quindi poco tempo disponibile per approfondire le ricerche.
Intanto ho contattato mediante social proprio questo nuovo novello (il terzo) aspirante raccoglitore alle primissime armi, dovremmo incontrarci a breve nel giro di qualche settimana. Vediamo cosa succederà.
Saluti.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2582
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Diario mineralogico

Messaggio da mineralenzo » mar 15 dic, 2020 13:58

Siamo prossimi alle feste natalizie, se mi permettete tale affermazione dato che quest'anno la situazione è quella che è... in questo periodo si sarebbe dovuta tenere, dal vivo, come da qualche anno a sta parte la mostra dei nuovi ritrovamenti di minerali di Messina, che ovviamente, dal vivo, è stata annullata a data da destinarsi.
Per quanto riguarda l'altra mostra, quella di Caltanissetta, di cui non ho avuto notizie, neppure cercate a dire il vero perché ritengo sia stata rinviata al prossimo anno anche quella che si sarebbe dovuta tenere, come da qualche anno ai primi di novembre, a Caltanissetta.
Quella di Messina, tuttavia, si terrà online che spesso in questi ultimi due anni è avvenuto. Peccato... sto covid ne sta combinando di cotte e crude, mi sarebbe piaciuto, l'ultima domenica prima di Natale, partecipare alla classica grigliata con salsicce fatte in casa col suino nero dei Nebrodi, tutto rigorosamente senza alcun additivo, e con panettone e pandoro artigianali prodotti per l'occasione... sarà per la prossima volta
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2582
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Diario mineralogico

Messaggio da mineralenzo » mar 15 dic, 2020 14:08


Come già affermato sopra, mostre a parte, nonostante covid19 e tutte le sue nefandezze, dal punto di vista mineralogico non è stato un anno proprio così nefasto; proprio sfruttando i problemi legati al turismo, a livello regionale con l'emissione di particolari biglietti sui treni molto economici, mi hanno consentito per quasi tutto il periodo estivo di muovermi tutti i fine settimana
(8 settimane) per mezza Sicilia permettendomi tra l'altro di fare numerosissimi bagni al mare (che non sia Mondello) tra Cefalù, Barcellona, ali, Nizza, Giampilieri ecc ...
Mica male. Ovviamente non sono mancate le escursioni di tipo geologico-mineralogico di controllo che poi si sono trasformate in certi casi in escursioni vere e proprie. Molti i minerali insoliti trovati piccoli in genere, ma alcuni anche estetici e neppure tanto comuni, compresi anche alcuni insospettabili per certe zone tipo il gesso di ali goethite.
Saluti.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2582
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Diario mineralogico

Messaggio da mineralenzo » mar 19 gen, 2021 21:14

Primo insert del 2021, che apre questo nuovo anno, che stando le cose così potrebbe avere tante difficoltà dal punto di vista mineralogico e non solo. D'accordo che lo scorso anno fù anche peggio, ma poi non è andata malissimo minerslogicamente parlando. Comunque tra aprile e maggio potrebbe avere luogo qualche escursione verso il messinese tirrenico ma ancora è presto per sapere dove e in che modo. Sempre che si possa fare perché per adesso di certo nulla si può fare, anche al di fuori dei minerali, almeno fino a tutto gennaio.
Saluti.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2582
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Diario mineralogico

Messaggio da mineralenzo » ven 29 gen, 2021 19:55

Vediamo cosa succederà quest'anno dal punto di vista dei minerali. Per adesso silenzio assoluto, credo non sia mai successo, forse sta contribuendo il virus quest'anno. Un anno fa qualcosa si era discusso anche se poi abbiamo visto come è andata ma lo scorso anno fino a metà giugno nulla era stato fatto e nulla su doveva fare sia per il virus sia per la storta al piede che ho avuto a febbraio.

Non che il 2019 abbia visto chissà che, l'anno dei controlli e dei progetti e anche delle analisi col 2018, assi simile, e che ha portato alla conoscenza di due minerali della regionale, su 5 analisi di minerali effettuate.
Malgrado le analisi tre campioni sono tuttora senza nome.
Saluti.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2582
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Diario mineralogico

Messaggio da mineralenzo » gio 18 feb, 2021 20:49

Buona sera, dal punto di vista delle ricerche ovviamente nessuna novità, prima per il virus tuttora presente, poi perché ancora il tempo risulta poco adatto alla ricerca specialmente sul terreno.
Tuttavia una novità c'è una novità che di questi tempi sta diventando fondamentale e irrinunciabile: la videochiamata.
E sarà proprio la videochiamata a salire in cattedra già questo sabato sera (ancora l'orario non si sa ma sarà di sera) e il tema sarà il collezionismo di minerali in generale.
Quest'anno a primavera non ci sarà neppure la mostra dei nuovi minerali trovati di recente tra calabria, Sicilia e ultimamente pure la Basilicata.
Proprio coloro che organizzano la mostra hanno avuto questa idea. Questo sabato parteciperò anche io, se non altro per vedere com'è, e anche se mi/ci andasse per il prossimo sabato sera con un altro tema.

Vi confesso che sono un po curioso.

Buona sera a tutti.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2582
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Diario mineralogico

Messaggio da mineralenzo » lun 22 feb, 2021 15:53

Alla fine la videoconferenza si è tenuta ed è stata anche piuttosto interessante. Durata poco più di mezz'ora tra le 21.15 e le 21.50.
Il tema era il collezionismo e la sua evoluzione nel tempo. Pur essendoci stati casi isolati il collezionismo di minerali per come lo conosciamo ora ebbe iniziò in Inghilterra e precisamente a Londra con un'asta che avvenne nel lontano maggio 1812 e da allora tali vendite oltre che allargarsi in altri paesi in primis europei e poi pure gli USA crebbe notevolmente fino ai nostri giorni.

Rispetto ad allora, adesso le mostre si sono specializzate in base al tipo di richiesta collezionistica (i minerali sono talvolta come la moda) tipo estetica che poi è la principale, a cui si sono associate le esposizioni micro, a volte le topografiche e sistematiche.

Si è parlato, con tanto di foto, sulle principali mostre, le principali a livello internazionale, dando maggior peso a quelle italiane, non trascurando in certi casi quelle più piccole.

La continuazione logica di questo discorso riguarda il pensiero e il nodo di agire di collezionisti e raccoglitori. E questo sarà proprio il tema del prossimo intervento di sabato prossimo.

Insomma non malaccio questo esordio, ma forse troppo indietro nel tempo la prossima volta mi aspetto chiarimenti maggiori sull'attuale dato che il tema sarà collezionisti e raccoglitori, il modo di collezionare.
Saluti.

PS: messaggio modificato
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2582
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Diario mineralogico

Messaggio da mineralenzo » lun 01 mar, 2021 19:32

Anche questo sabato, come il precedente, si è tenuta la videoconferenza, durata questa volta un paio di ore.
Il tema è stato il tipo di collezionismo e il futuro dello stesso tutt'altro che roseo per una lunga serie di fattori.
Il collezionista moderno a differenza dei suoi predecessori, sta cambiando; i motivi di cui si è discusso, con tanto di fotografie, filmati e altri documenti (alcuni presi da internet altri personali) presentati da Gianfranco, che come al solito ha espresso molto bene tutti i fattori.
La tendenza al cambiamento sembra dovuta, per motivi economici, almeno per una buona fetta di collezionisti, ovviamente non tutti, alcuni hanno avuto problemi di ricerca diretta per i troppi siti vietati per raccolte o perché esauriti o chiusi tipo alcune miniere, parchi ecc... ma il peggio riguarda i giovani, e dietro a quest'ultimi il problema, oltre che economico (i giovani hanno sempre pochi soldi) hanno il "problema" della tecnologia che ultimamente sta sempre più dominando il nostro modo di vivere (anche quello di noi adulti, e non solo in ambito mineralogico). Le tecnologie intese come "smartphone, PC, tablet, console di videogiochi ecc" tra i giovani specialmente porta via gran parte del tempo libero talvolta incidendo anche su lavoro e studio, e vi è anche da considerare che queste apparecchiature in qualche modo costano in termini di denaro, e di tempo. In altre parole i nostri giovani attuali è emerso che preferiscono starsene sui social ore e ore comodamente seduti sulla poltrona se non proprio sul letto piuttosto che andare alla ricerca di minerali. Io di giovani me ne intendo e purtroppo posso confermare. Come diversi erano i "nostri tempi" quando solo un registratore portatile, il televisore, un giradischi classico erano delle trovate eccezionali e unici passatempi, e in quei periodi era più facile fare programmare uscite... ed erano tempi diversi anche dal punto di vista economico... specie in Italia e in altri paesi europei mediterranei. Meno nei paesi del nord Europa e USA, ma la tendenza sembra essere quella.
Si è discusso anche dei minerali artistici quelli cioè che si presentano cristallizzati, non molto grandi ma dalle forme inconsuete, piacevoli alla vista, spesso colorati con colori a contrasto, abbastanza in uso negli USA gia da qualche decennio. Sono state presentate alcune decine di foto di questi esemplari, tutti belli e interessanti, a volte molto comuni, ma di aspetto accattivante, quasi delle sculture naturali.

Alla prossima
Enzo

Avatar utente
Massimo Russo
Messaggi: 7511
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli
Contatta:

Re: Diario mineralogico

Messaggio da Massimo Russo » lun 01 mar, 2021 19:56

Che il collezionismo stia sparendo è cosa nota da oramai una trentina d'anni. E tutte le restrizioni non giovano affatto. Alcune sacrosante altre meno. Regole fatte da persone che non hanno la minima idea di cosa sia un minerale. Che poi i giovani siano interessati ad altro è anche giusto, ma a volte basterebbe solo una scintilla. Purtroppo poi sbattono il muso sui divieti. La vedo semore più dura. Ma non disperiamo.

Massimo
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)

mineralenzo
Messaggi: 2582
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Diario mineralogico

Messaggio da mineralenzo » mar 02 mar, 2021 17:14

Il problema è che i giovani del nostro tempo in genere pensano ad altro... troppo spesso.
E non solo i giovani talvolta anche gli adulti, anche se in misura maggiore, e questo non va tanto bene. Ai nostri tempi, quando eravamo giovani noi, avevamo meno "grilli" per la testa e forse qualche soldo in più nella saccoccia.

Sul collezionismo sono d'accordo è tanto che è in agonia per tente ragioni una delle quali (non la principale) sono i vari divieti che negli ultimi decenni hanno e stanno interessando fascie sempre più grandi di territori, e, come da te specificato divieti fatti a casaccio da persone che non sanno cosa sia un minerale... ma che sanno forse, quali sono i risultati delle "ricerche" sul terreno operate da alcuni collezionisti/ricercatori non sempre all'altezza di comprendere come ci si dovrebbe comportare durante una ricerca.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2582
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Diario mineralogico

Messaggio da mineralenzo » lun 08 mar, 2021 14:55

Sabato sera si è tenuta la solita conferenza che ha avuto come tema i collezionisti di minerali sia dal punto di vista della ricerca, delle raccolte anche di diverso tipo, e del comportamento.
Ovviamente le prime due sono passate anche velocemente, diciamo poco più di un quarto d'ora, la terza invece ha acceso un dibattito abbastanza vivo. A condurre il tutto il solito Gianfranco il quale, come al solito ha presentato alcune documentazioni prelevate da internet e anche da alcune riviste oltre ad alcune personali esperienze non certo da ricordare proponendo anche ai vari partecipanti, ben 26 ieri, a dire la loro sulle esperienze e coi rapporti con altri collezionisti sia in fase di ricerca che collaborazione.
Mi sono accorto di non essere l'unico ad avere problemi di questo tipo.
Il discorso, molto interessante ma a tratti irritante, ha dimostrato che ci sono collezionisti e... collezionisti e anche ricercatori e... ricercatori.

Il prossimo mio intervento scenderà più nei dettagli, ma non credo che vi sorprenderà più di tanto. Tuttavia il sentire tutte queste "accuse" perché almeno in parte di questo si tratta fa un po pensare.

Se qualcuno qui ha esperienze dirette o indirette, senza fare nomi e cognomi, può pure dire la sua.
Saluti.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2582
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Diario mineralogico

Messaggio da mineralenzo » mer 10 mar, 2021 20:05

Come dicevo la volta scorsa, sembra che, almeno in parte, certi problemi siamo stati noi stessi a crearceli. Mi riferisco ai sempre più numerosi divieti sparpagliati nei posti più insoliti e sempre più spesso tali divieti sono proprio legati (messi appositamente) alla ricerca dei minerali.
E proprio qui le discussioni si sono accese; in effetti se da una parte è vero che non tutti i raccoglitori/collezionisti durante le ricerche siano perfettini... tutt'altro! Alcuni, anche appartenenti ad associazioni o gruppi mineralogici, non hanno certo brillato lasciando sul terreno segni quasi indelebili... dall'altra è altrettanto vero che ve ne sono degli altri che hanno contribuito, a ritrovare nuove specie mineralogiche e talvolta nuove località! Purtroppo vi sono persone che queste cose non le sanno cisi come non conoscono nulla sui minerali e ripeto purtroppo sono proprio quelle che poi attuano divieti e cose simili... ma il punto è anche questo! CHI ha messo o può mettere al corrente queste persone? Come su potrebbe organizzare una ricerca, con quali metodi? Certo non con la classica tessera che spesso non funziona neppure in altri ambiti...
Allora cosa si fa? Si vieta!!! In altre parole si fa quello che si fa sempre in italia; la cosa più facile!

Data la particolare piega che ha preso il discorso, il tutto è stato rinviato al prossimo sabato.
Saluti.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2582
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Diario mineralogico

Messaggio da mineralenzo » ven 19 mar, 2021 17:02

Sabato scorso di sera vi è stata la solita teleconferenza il cui tema stavolta ha riguardato la Sicilia. In effetti qui la mineralogia (non solo quella a dire il vero) si è attardata. Siamo rimasti un po indietro. Sono tre i fattori che hanno contribuito alle scarse conoscenze di queste zone:

1)
L'eccessivo interesse delle miniere semi zolfo, ovviamente solo le principali, che saranno si e no una trentina, le più grandi in linea generale salvo rare eccezioni. Il problema è che le zolfare erano più di 800 quelle ufficiali...

2)
La maggior parte dei collezionisti siciliani colleziona e/o ricerca (sopratutto nei settori occidentali) minerali estetici e quindi organizza tali ricerche in quelle zone dove ancora è possibile trovare qualche campione più bello sia pure sempre più raramente, puntando però ai settori in cui si trova quasi sicuramente qualcosa.

3)
La quasi totale assenza di ricercatori di minerali piccoli visibili con la lente (micro) presenti nei settori orientali (catanese e messinese in particolare) ma sono comunque piuttosto rari e quasi sempre tali collezioni sono un accessorio della raccolta principale che è quella estetica.

La ragione è semplice, qui i micro sono piuttosto rari (a parte Vulcano, qualche settore etneo, e Palagonia, e qualche zona dei Peloritani) non si trova molto e quasi tutti i micro provengono anche da zone che in un modo o nell'altro sono conosciute e/o hanno uno o più minerali estetici sia pure non eccezionali.

Adesso lascio che domani sera sarò coinvolto in prima persona ... mi sa :D :D :)
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2582
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Diario mineralogico

Messaggio da mineralenzo » lun 22 mar, 2021 21:45

Altro giro altro tema sabato. Questa volta una problematica tutta siciliana, che penso che in qualche modo già conosciate.

Nel precedente mio intervento quello che riguardava lo scorso tema visibile proprio qui sopra, ovviamente ha come tutto nella vita una conseguenza che in questo caso riguarda la poca conoscenza di luoghi e minerali sopratutto quelli micro.
La relativa poca conoscenza, che qui più o meno hanno un po tutti su alcuni settori ha certamente rallentato lo sviluppo culturale mineralogico a parte le solite zone come già precedentemente detto.
A questo si aggiungono anche altri piccoli problemi legati all'avanzamento di età dei vari collezionisti che ormai piuttosto raramente (e non tutti) vanno a minerali, limitandosi al massimo a qualche acquisto o scambio, oppure qualche giretto mineralogico in ricordo dei vecchi tempi, o per accompagnare qualche novizio più giovane alle prese (il novizio in particolare, ma in parte anche noi) da problematiche di tutti i tipi comprese anche quelle legali. Difficile quindi portare avanti questo progetto, e difatti Gianfranco, che come sempre ha condotto con la solita concretezza e competenza che sempre lo distingue, si è rivolto a me essendo spesso vicino ai giovani. E... credetemi qui è veramente un problema, anche perché raramente e quasi sempre a parole, ho trovato collaborazione da altri raccoglitori compresi loro, e non mi sono fatto problemi a dirlo. Una maggiore collaborazione certamente avrebbe fatto luce su certi minerali e certe zone quest'ultime ancora non chiare.
Enzo

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti